La Linea Verde, nuovo pack sostenibile che tutela gli oceani

L’azienda di Manerbio sempre più green: sarà la prima a offrire confezioni di plastica riciclata aderenti al programma di sostenibilità Prevented Ocean Plastic

Le linee Dimmidisì con il pack certificato Prevented Ocean Plastic
Le linee Dimmidisì con le confezione certificate Prevented Ocean Plastic

La Linea Verde è la prima in Italia a offrire confezioni di plastica aderenti al programma di sostenibilità Prevented Ocean Plastic. Il progetto riguarderà le confezioni di due linee DimmidiSì, Smart! e Family Salad.

Le due linee Smart! e Family Salad avranno il 50% di R-pet e di questo il 60% è certificato Prevented Ocean Plastic

Il programma Prevented Ocean Plastic promuove l’utilizzo di plastica recuperata dalle aree costali di Paesi con una carente infrastruttura di gestione dei rifiuti, quella che più rischia di finire negli oceani. Alla sostenibilità ambientale è unita quella sociale: il personale coinvolto nella raccolta è infatti retribuito in modo equo. Le due linee aderenti al programma avranno il 50% di R-pet e di questo il 60% è marchiato e certificato Prevented Ocean Plastic, segnalato in etichetta. Le confezioni sono fornite dal Groupe Guillin, la prima azienda ad adottare la supply chain Prevented Ocean Plastic.

L’innovazione continua: da Un Sacco Green alla nuova vaschetta di carta erba per Alce Nero

La Linea Verde punta nel pack sull'innovazione sostenibile
La Linea Verde punta sull’innovazione sostenibile

La sostenibilità fa parte del dna de La Linea Verde. Circa quattro anni fa è nato il Packaging Solutions Team, con l’obiettivo di proporre confezioni innovative ed ecofriendly sia per i prodotti a marchio DimmidiSì sia per quelli delle oltre 70 marche private con cui l’azienda collabora. Tutte le confezioni delle referenze prodotte dal gruppo sono riciclabili e tutti gli involucri di carta di DimmidiSì e delle marche private gestite sono in carta riciclata e certificata Fsc. L’azienda sta inoltre inserendo componenti di R-pet nella composizione dei suoi imballi e in tutte le referenze la forchettina di plastica è sostituita con quella di legno.

Dal lavoro del Packaging Solutions Team a gennaio 2020 è nato Un Sacco Green, le buste per insalate di IV gamma in materiale bioplastico compostabile. Un’innovazione nel segmento della IV gamma è poi la nuova vaschetta di carta erba delle insalate prodotte in esclusiva per Alce Nero. Questa confezione impiega il 75% di plastica in meno rispetto a un flowpack tradizionale.

La vaschetta di carta erba è composta per il 60% da fibra di carta certificata Fsc e per il 40% da fibra di erba essiccata. Questo materiale richiede meno acqua (per produrre carta con 1 tonnellata di fibre d’erba bastano 2 litri d’acqua , per una pari quantità di legno ne servirebbero 6000 litri); meno CO2 (utilizzando l’erba è possibile ridurre fino al 75% l’emissione di CO2 per una pari quantità di legno), meno chilometri (la filiera è corta: l’erba è ottenuta solo da aree di compensazione nei pressi degli impianti di produzione).

“Operiamo nella doppia veste di impresa di marca e co-packer e abbiamo l’onere e l’onore di portare innovazione e segnare la strada -dichiara Andrea Battagliola, direttore generale e commerciale de La Linea Verde-. Il nostro contributo di expertise, tecnologia, ricerca è un patrimonio che riteniamo abbia senso condividere a beneficio di tutti”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome