Riforma della Pac, ipotesi di un tetto sui pagamenti diretti

E’ una delle novità del progetto di comunicazione della Commissione Europea "Il futuro dell'alimentazione e dell'agricoltura" sulla riforma della Pac

Un tetto ai pagamenti diretti che l’Ue versa agli agricoltori entro un range compreso tra i 60mila e i 100mila euro. E’ solo una delle novità inserite nel progetto di comunicazione della Direzione generale agricoltura alla Commissione europea, in vista delle proposte legislative sulla futura riforma della Pac che Bruxelles presenterà nel secondo semestre del 2018.

“Il futuro dell’alimentazione e dell’agricoltura”

Il documento di 21 pagine, come riporta l’Ansa, su “Il futuro dell’alimentazione e dell’agricoltura”, prevede anche la revisione completa del regime degli aiuti alle aree ecologiche o verdi. Punta sulla creazione a breve termine di una piattaforma permanente sulla gestione dei rischi con l’obiettivo di un approccio flessibile, integrato e coerente delle misure, a livello europeo e nazionale e privato. Per attrarre nuovi agricoltori poi, suggerisce una semplificazione del sistema di aiuti all’insediamento dell’azienda agricola senza perdere di vista gli obiettivi di sviluppo sostenibile legati agli impegni Ue sull’ambiente e il clima, sulle sfide legate all’occupazione, agli investimenti, all’innovazione, all’economia digitale e all’immigrazione.

Alcune novità erano state anticipate al G7 Agricoltura di Bergamo dove il Commissario Ue all’Agricoltura Phil Hogan aveva illustrato le linee di azione comunicazione sulla Pac post 2020: politiche più ambiziose in materia di ambiente e clima, anche attraverso l’introduzione di innovazioni per aumentare la sostenibilità dei vari processi produttivi come l’agricoltura di precisione, maggiore semplificazione e più sussidiarietà tra Commissione e Stati membri e ampio spazio agli strumenti di gestione del rischio.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here