A Interpoma un premio per l’innovazione tecnologica

Il premio viene assegnato per la prima volta a Interpoma 2018, il salone internazionale della mela, in programma dal 15 al 17 novembre

Debutta l’Interpoma Technology Award con la tecnologia protagonista dell’edizione 2018 di Interpoma, il salone internazionale della mela in programma a Bolzano dal 15 al 17 novembre prossimi. Per la prima volta Fiera Bolzano, ente organizzatore della fiera, assegnerà un premio all’innovazione tecnologica in partnership con la Facoltà di Scienze e Tecnologie della Libera Università di Bolzano e Soi, (Società di Ortoflorofrutticoltura Italiana).

“Il premio – spiega Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano – ha l’obiettivo di far risaltare le tecnologie e macchinari più all’avanguardia della manifestazione sulla coltivazione e difesa della coltura del melo e sulla fase di post-raccolta del prodotto”.

 

Due categorie di premio

Le categorie del premio, per questa prima edizione, saranno due: “Field”, che a sua volta comprende le sottocategorie “orchard management”, “plant protection”, “fruit harvest”, e “Post Harvest”, formata da altre tre sottocategorie: “fruit sorting and grading”, “fruit storage” e “fruit processing”.

La valutazione delle candidatura degli espositori è affidata a una giuria composta da esperti e ricercatori di fama nazionale ed internazionale. In particolare, ne faranno parte in qualità di presidente Massimo Tagliavini, presidente della Società di Ortoflorofrutticoltura Italiana e della Libera Università di Bolzano, Paolo Balsari dell’Università di Torino, Angelo Zanella del Centro di Sperimentazione Agraria e Forestale di Laimburg, Pietro Tonutti della Scuola Universitaria Superiore Sant’Anna di Pisa, Fabrizio Mazzetto della Libera Università di Bolzano e Stuart Tustin della neozelandese Plant and Food Research.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here