Camera approva la legge sul florovivaismo

Viene regolamentato l’intero settore oggi disciplinato da una molteplicità di norme. Dal comparto il 5% del Pil agricolo nazionale

Il settore del florovivaismo italiano avrà una nuova legge
Il settore del florovivaismo avrà una nuova legge

Approvata alla Camera la proposta di legge sul florovivaismo che passa all’esame del Senato. Obiettivo è disciplinare coltivazione, promozione, valorizzazione, comunicazione, commercializzazione, qualità e l’utilizzo dei prodotti florovivaistici con una normativa unitaria del settore, oggi regolamentato in modo frammentato.

Si promuoverà l’utilizzo di marchi che certificano il rispetto di standard qualitativi di prodotto o processo 

Il settore florovivaistico viene distinto in 5 macro-comparti produttivi: floricoltura, produzione di semi e sementi; vivaismo ornamentale; vivaismo frutticolo; produzione di piante da arredo urbano e materiali forestali. Al Mipaaf è istituito un Tavolo tecnico, rinnovabile ogni tre anni e coordinato dall’Ufficio per la filiera del florovivaismo, che si avvarrà dell’Osservatorio dati statistici ed economici e dell’Osservatorio del vivaismo ornamentale, frutticolo e del verde urbano e forestale.

Nasce poi un Coordinamento permanente di indirizzo e orientamento per il florovivaismo e la green economy tra Mipaaf, Ambiente, Salute, Mef e Mise. Avrà come obiettivo lo stimolo produttivo della filiera e promuoverà l’utilizzo di marchi finalizzati a certificare il rispetto di standard qualitativi di prodotto o processo.

Alle Regioni toccherà individuare i distretti florovivaistici mentre un decreto interministeriale Mipaaf-Mise provvederà all’armonizzazione delle diverse norme che disciplinano il settore.

Nel prossimo triennio, con 3 milioni di euro, verrà sostenuto un Piano di comunicazione e promozione e ulteriori 3 milioni sono destinati alla ricerca nel campo delle nuove varietà ornamentali. “Si tratta di un importante passo avanti per uno dei settori maggiormente colpiti dal lockdown della scorsa primavera”  dichiara il sottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L’Abbate, che ha seguito l’iter parlamentare dell’approvazione della legge.

Sul territorio italiano 24 mila aziende per 2,5 miliardi di fatturato complessivo

Il florovivaismo costituisce un’importante componente socioeconomica del Paese. Le 24 mila aziende sul territorio sviluppano 2,5 miliardi di fatturato complessivo, il 5% del Pil agricolo nazionale. Con l’indotto a monte e a valle della produzione, lavorano nel comparto oltre 100 mila addetti. Recentemente l’Associazione Florovivaisti Italiani ha pubblicato il primo Manifesto del settore. Una carta nata per sensibilizzare la politica a cogliere le opportunità Green Deal europeo.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome