Conad Nord Ovest ai fornitori: “Più spazio ai produttori locali”

Gli obiettivi da concretizzare per la neonata Conad Nord Ovest, nata dalla fusione tra Conad del Tirreno e Nordiconad, sono diversi: nuovi investimenti, rafforzamento competitivo, crescita della marca del distributore e di tanti piccoli e medi produttori locali, valorizzazione della filiera agroalimentare. Sono stati esposti in occasione di un incontro con i fornitori durante il quale sono stati sottolineati i punti di attrazione della cooperativa: i freschissimi, la cura della persona e il benessere, la cura della casa. “Le produzioni –sottolinea l’azienda- sono legate a doppio filo ai luoghi e alle persone che le lavorano. Tanto che Conad vanta un’ampia scelta di prodotti creati dalla maestria di piccoli e medi artigiani di culture alimentari centenarie, italiani per più del 90%”.

La presenza sul territorio

Sono 1.651 le aziende fornitrici nelle regioni in cui opera la cooperativa ossia Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Emilia-Romagna (province di Modena, Bologna e Ferrara), Toscana, Sardegna e Lazio (province di Roma e Viterbo). Conta, inoltre, 220 mila mq di magazzini e 200 milioni di colli distribuiti all’anno.

L’amministratore delegato di Conad Nord Ovest, Ugo Baldi, dichiara: “Ci aspettiamo la condivisione degli obiettivi, spirito di partecipazione e voglia di sperimentare, nell’ottica della crescita e della sostenibilità. Una partnership per affrontare le sfide ancora più vicini ai territori e a chi li vive, per essere di sostegno alle economie locali e   per valorizzare e contribuire al benessere delle comunità”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome