Pallottini: “Mercati regolarmente aperti fino al 3 aprile”

La decisione del premier Conte non riguarda i centri all'ingrosso che garantiscono la fornitura del fresco. Ma "meglio citarli in modo esplicito"

Fabio Massimo Pallottini è stato riconfermato nel board del World Union of Wholesale Markets in rappresentanza di Italmercati
Fabio Massimo Pallottini, presidente di Italmercati

Da domani (lunedì 23 marzo, per chi legge) fino al 3 aprile saranno chiuse tutte le attività produttive non necessarie in tutta Italia. “I Mercati all’ingrosso sono tra quelle considerate imprescindibili e cruciali per il Paese – dice Fabio Massimo Pallottini, presidente di Italmercati -. Domani tutti i nostri mercati saranno regolarmente aperti. In piena emergenza coronavirus il sistema dei mercati all’ingrosso sta tenendo, rimaniamo al centro della filiera agroalimentare del Paese e continuiamo a garantire il servizio”.

Ieri sera il premier Giuseppe Conte ha detto che, di fronte alla più grave crisi che il Paese sta vivendo dal secondo dopoguerra, “occorre chiudere in tutta Italia ogni attività produttiva non strettamente necessaria, non cruciale”. Una decisione che non riguarda i mercati all’ingrosso che garantiscono la fornitura di frutta, verdura, carne e pesce. Alla stregua di altri servizi pubblici essenziali come quelli postali, assicurativi, finanziari e trasporti. “Sarebbe auspicabile che nei decreti o in successivi chiarimenti fossero espressamente citati i Mercati all’ingrosso di prodotti alimentari deperibili – conclude Pallottini – Ho fatto una richiesta in tal senso al Mipaaf”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome