DolceClementina, inizio d’anno con la nuova confezione

Un pack più leggero per la linea premium di Op Armonia. Il punto sulla stagione di Eleuteri: "In un mercato in calo del 20%, registriamo il +35%"

Il 2020 porta una nuova confezione per DolceClementina, la linea premium di Op Armonia, l’azienda di produzione e distribuzione di ortofrutta con sede a Battipaglia (Salerno). “L’aspetto è praticamente immutato, abbiamo abbassato l’altezza del cestino e ridotto il peso della frutta contenuta da 1,5 a 1 chilo -ha spiegato l’amministratore delegato, Marco Eleuteri– Un formato interessante anche per punti di vendita con superfici piccole e medio-piccole e che evita battute di cassa troppo alte quando le quotazioni del prodotto sono particolarmente sostenute, come nel caso delle clementine per la stagione 2019/20″.

In particolare, il nuovo packaging sarà utilizzato da fine gennaio per la varietà Tango.

Il punto sulla campagna con l’Ad Eleuteri

Eleuteri coomenta poi per FreshPoint Magazine la campagna commerciale: “In un mercato (quello delle clementine) che mediamente registra un 20% in fatturato in meno rispetto all’anno scorso, due tra le più performanti insegne distributive italiane con noi viaggiano attorno al +35-40%. Un risultato straordinario -osserva il manager- Per DolceClementina selezioniamo le migliori partite di clementine d’Italia. E le paghiamo per ciò che valgono, ossia un prezzo nettamente superiore alla media. Impossibile fare lo stesso con le referenze unbranded , nelle quali la ‘commodizzazione’ impedisce qualsiasi politica di valorizzazione, visto che il prezzo mercato è quello più basso tra quelli offerti”.

Il successo della marca premium

E ancora: “Per la nostra marca premium non abbiamo dubbi, mettiamo il meglio. Visto che la facciamo solo noi, non corriamo il rischio che altri fornitori utilizzino prodotti di qualità più bassa generando confusione tra i consumatori. Il prezzo della nostra linea Premium Dolce è inevitabilmente più alto -conclude Eluteri- ma la qualità offerta presenta un valore corrispondente. In questo si spiega il suo straordinario e crescente successo tra il pubblico, disposto a pagare di più per un valore (e sapore) maggiore”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome