Orticoltura Gandini Antonio vince il Premio Innovazione Confagricoltura

Il riconoscimento per le tecnologie di processo nella produzione dei pomodori

Orticoltura Gandini Antonio produce circa 6 milioni di confezioni all’anno di pomodori, sia a marchio proprio sia per la private label
Orticoltura Gandini Antonio produce circa 6 milioni di confezioni all’anno di pomodori

Orticoltura Gandini Antonio ha vinto il Premio nazionale per l’innovazione nel settore dell’agricoltura assegnato da Confagricoltura. Il riconoscimento, in particolare, è stato assegnato per la categoria Nuove frontiere, la sezione dedicata alle innovazioni tecnologiche di processo.

Premiazione

Ieri pomeriggio, il momento della proclamazione della nostra azienda come prima classificata al Premio Innovazione categoria Nuove Frontiere di Confagricoltura.Con l'occasione vogliamo ringraziare tutti i nostri collaboratori, i clienti che ogni giorno ci rinnovano la loro fiducia, gli amici che ci hanno sostenuto, Confagricoltura Mantova che ci ha accompagnato in questa bellissima avventura e tutti coloro che ci stanno inondando di messaggi di affetto.Grazie di cuore a tutti! 😊🍅

Posted by Orticoltura Gandini Antonio on Thursday, July 18, 2019

Prodotti fuori suolo con luci led all’avanguardia

Le serre tecnologiche dell'Orticoltura Gandini Antonio
Le serre hi-tech dell’Orticoltura Gandini Antonio

Il premio, alla sua prima edizione, è stato consegnato ieri a Roma nel Palazzo della Valle di Confagricoltura, alla presenza del presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, e del ministro delle Politiche agricole e del Turismo, Gian Marco Centinaio.

Orticoltura Gandini Antonio, azienda di Guidizzolo (Mn), associata all’Op Guidizzolo,  è  specializzata nella produzione di pomodori di alta gamma del Nord Italia, di diverse varietà. Circa 6 milioni di confezioni all’anno, sia a marchio proprio sia per le private label. La produzione avviene in serre tecnologiche fuori suolo (25 gli ettari totali) che funzionano con innovative luci led. Un prodotto di qualità a KM0.

Pomodori a km zero, azzerando nichel e fitofarmaci

“Sono molto soddisfatto per questo premio –ha commentato a margine della premiazione Mattia Gandini, responsabile commerciale– soprattutto perché la nostra azienda testimonia come nel 2019 sia possibile coltivare pomodori per 365 giorni all’anno azzerando quasi totalmente sia la presenza nel prodotto del nichel, sia l’utilizzo di fitofarmaci. Questo grazie a un apparato tecnologico che abbiamo sviluppato nelle nostre serre. Che ci permette, da una parte, di coltivare e irrigare al di fuori del terreno e dall’altra di riprodurre il miglior clima possibile per il prodotto con luci artificiali all’avanguardia”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome