Raul Calleja, direttore di Fruit Attraction: “L’ortofrutta italiana attira molti visitatori”

Come ha spiegato Calleja, il 60% della produzione di ortofrutta in Spagna va all’export, prevalentemente nell’Unione Europea, ma anche in nuovi mercati

Partenza con il turbo per Fruit Attraction. In questa edizione 2018 della fiera madrilena sull’ortofrutta, che è tra gli eventi di primo piano nel panorama internazionale e celebra il suo decimo anno di attività, sono attesi 70mila visitatori professionali da tutto il mondo ed è stato raggiunto il record di oltre 1.600 espositori, come ha spiegato il direttore generale della fiera, Raul Calleja.

A Fruit Attraction cresce il biologico, e il prossimo anno ci sarà una fiera per il food bio

“Stiamo promuovendo in particolare -sottolinea Calleja- l’area Organic Hub dedicata al mondo dell’ortofrutta biologica e per l’anno prossimo, per il mese di novembre stiamo preparando a Madrid un evento specifico per il cibo biologico che si focalizzerà in particolare sull’area mediterranea e latino-americana e focalizzato sul trade e gli operatori professionali del settore biologico”.

Fin dai suoi esordi a Fruit Attraction, come ha fatto notare sempre il direttore della fiera, hanno sempre partecipato molte aziende italiane e quest’anno dovrebbero essere presenti più di un centinaio di aziende espositrici “ma il fatto più importante -ha aggiunto- è che l’Italia è in grado di attirare molti visitatori alla nostra manifestazione”.

Il 60% dell’ortofrutta spagnola prende la via dell’export

Oltre che per il nostro Paese, tra i maggiori produttori europei di ortofrutta, l’internazionalizzazione è strategica anche in Spagna dove il fatturato di frutta e verdura fresche raggiunge i 14 miliardi di euro e sale di altri 9 miliardi se si aggiunge il valore dei prodotti trasformati. “Oggi il 60% della produzione spagnola di ortofrutta –sottolinea infatti Calleja– è destinata all’export e di questo il 90% va nell’Unione Europea e il resto va nei mercati emergenti in Asia, America Latina ma anche in Canada e nella Arabia Saudita”.

Non è un caso che quest’anno nella categoria “Paesi Invitati” siano stati selezionati proprio Canada e Arabia come mercati ad alto potenziale per le esportazioni dall’Ue.

Fruit Attraction punto di riferimento per i buyer di tutti i canali distributivi

Fruit Attraction è oggi un punto di riferimento importante per tutti i buyer provenienti anche dall’estero di tutti i canali distributivi, dai supermercati al dettaglio tradizionale e horeca perché “la fiera –rimarca Calleja– non è solo un palcoscenico nazionale, visto che il 54% dei visitatori arrivano da tutto il mondo”.

Fresh Point è cresciuto con Fruit Attraction

Una targa per i 10 anni di Fruit Attraction è stata consegnata agli espositori che hanno visto la fiera crescere in questi anni, e Fresh Point è tra questi! Siamo cresciuti assieme, ci vediamo il prossimo anno! E se non lo avete ancora fatto, seguiteci anche sul nostro canale Instagram ;)​

 

 

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here