Andamento prezzi ortofrutta in Italia all’undici novembre

Settimana caratterizzata da quotazioni altalenanti: in aumento per mele, clementine e pere: in calo per carciofi, castagne e radicchio

In rialzo le quotazioni delle Clementine
In rialzo i prezzi delle clementine

Settimana segnata da prezzi oscillanti. In calo per i carciofi la cui domanda non  è ancora quella consueta del periodo, e per le castagne, quest’anno penalizzate dal piccolo calibro. Scendono le quotazioni anche del radicchio. In rialzo, invece, per le mele, presenti sul mercato soprattutto con Golden Delicious e Royal Gala; le pere colpite da un crollo della produzione, e le clementine.

Grazie all’accordo con Borsa Merci Telematica Italiana (Bmti) e Italmercati pubblichiamo la rilevazione dei prezzi dell’ortofrutta presso i mercati all’ingrosso all’undici novembre  2019.

Qui di seguito una sintesi delle principali tipologie di frutta e ortaggi in commercio, nel pdf scaricabile trovate il dettaglio dei grafici e i rilevamenti sulle principali piazze italiane: Milano, Bologna, Padova e Roma.

Scarica i prezzi dell’ortofrutta in Italia all’undici novembre in PDF cliccando qui

Carciofi. Prezzi in calo

Si conferma la tendenza al calo per i carciofi, complice l’aumento della produzione a fronte di una domanda non ancora ai livelli tipici del periodo. Le quotazioni si attestano su livelli inferiori rispetto al 2018, quando il maltempo aveva fortemente danneggiato gli impianti e la produzione.

Castagne. Prezzi tendenzialmente in calo

Segnali di calo per le castagne, caratterizzate quest’anno dalla presenza generale di calibri piccoli e da una scarsa produzione. Anche i marroni, disponibili solo in alcuni mercati, presentano una produzione ancora scarsa per il periodo.

Clementine. Prezzi in leggero aumento

Si osserva un ulteriore ribasso per le quotazioni delle clementine, sempre più presenti nei mercati e nella distribuzione. Le quotazioni sono tuttavia ancora superiori rispetto allo scorso anno, soprattutto la cultivar Oronules, ancora a inizio campagna. La qualità del prodotto è buona e in miglioramento.

Mele. Prezzi leggermente in aumento

Le quotazioni delle mele evidenziano cenni di aumento, dovuti alla raccolta più scarsa di questa annata. Sono generalmente presenti tutte le varietà, soprattutto Golden Delicious e Royal Gala, le cui provenienze trentine e alto atesine presentano circa gli stessi prezzi del 2018.

Pere. Prezzi leggermente in aumento

Anche le pere sono caratterizzate da quotazioni in aumento, riconducibili alla scarsa disponibilità di prodotto rispetto al 2018 a fronte di una normalizzazione dei livelli della domanda. Da segnalare, in effetti, che anche i livelli delle quotazioni risultano decisamente più alti rispetto allo scorso anno.

Pomodori. Prezzi tendenzialmente stabili

Anche questa settimana i prezzi dei pomodori sono tendenzialmente stabili, con segnali di aumento per il ciliegino e per il pomodoro a grappolo di produzione nazionale, affiancato dalle produzioni spagnole e olandesi.

Radicchi rossi. Prezzi in calo

Come previsto, continua l’assestamento delle quotazioni dei radicchi, la cui campagna 2019 era partita con prezzi molto alti. In tutti i mercati si osserva una grande disponibilità di radicchio rosso tondo e rosso lungo precoce.

Uva da tavola. Prezzi tendenzialmente stabili

Per quanto riguarda l’uva da tavola, non si riscontrano notevoli variazioni delle quotazioni rispetto alla settimana scorsa. Ancora assente la produzione spagnola.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome