Una delegazione sud-coreana in vista alla Divano, lo specialista dei kaki

Le coltivazioni dell'azienda agricola campana si estendono su oltre 50 ettari a Sessa Aurunca in provincia di Caserta

Una delegazione di ricercatori e docenti universitari della città di Jinju, nella Corea del Sud, hanno visitato a fine agosto la Divano, azienda campana specializzata nella coltivazione di kaki da oltre 60 anni. Un incontro importante se si considera che proprio dalla Corea del Sud, il frutto prende origine e viene coltivato pe tradizione, oltre che in Cina e Giappone. I prossimi mesi di ottobre novembre e dicembre rappresentano i tra l’altro il momento clou per la raccolta e il confezionamento dei kaki.

Produzione, confezionamento e distribuzione

La Divano ne raccoglie 2mila tonnellate (pari a una quota sul mercato nazionale di circa il 5%) a fronte di una produzione nazionale di circa 50mila tonnellate l’anno. Le coltivazioni si estendono su oltre 50 ettari a Sessa Aurunca in provincia di Caserta, al confine tra l’Alto Casertano ed il Basso Lazio

Lo stabilimento per la lavorazione dei kaki è tecnologicamente avanzato e comprende 7 celle a tenuta stagna 2 celle frigo per la conservazione dei cachi, 1 calibratrice e 1linea di confezionamento dotata di banchi di lavorazione, 3 macchine confezionatrici ed 1 macchina peso-prezzatrice in un capannone industriale da 5mila mq con una superficie coperta di 2mila mq.

Il kaki sta cercando di guadagnare terreno in termini di consumi e nelle ultime 2 campagne, come segnalano alla Divano, qualcosa si è mosso grazie anche agli stimoli offerti dalla produzione e dalla ricerca scientifica. L’obiettivo è quello di diventare un prodotto capace di polarizzare l’attenzione di operatori e consumatori.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here