Micro-ortaggi, cibi del futuro a Seeds&Chips

Small red tomatoes on a wooden table. Macro image with small depth of field

Superfood e cibi del futuro. Non solo grilli e cavallette, come quelli cucinati per i figli, durante uno show cooking che ha avuto risonanza mondiale, dall’attrice Angelina Jolie, ma anche microortaggi, alghe e bacon vegetale.

La sfida della nutrizione per sfamare una popolazione mondiale in crescita è anche questo, che è appunto il focus di Seeds&Chips, the Global Food Innovation Summit dall’8 all’11 maggio 2017 alla Fiera Milano Rho, un grande evento sulla nutrizione del futuro, che esplorerà le nuove tecniche di produzione, le startup del food, i temi legati alla sicurezza e al diritto al cibo. Oltre a offrire una visione internazionale su questi temi, Seed&Chips sarà anche l’occasione per conoscere le realtà italiane impegnate su questi fronti.

Impegnata sui cibi del futuro la startup Mi Green Food che sta conducendo una sperimentazione sui micro-ortaggi. Hanno un alto apporto di vitamina C, E e K, sono ricchi di antiossidanti e pertanto, rispetto ad altri ortaggi comuni, si possono annoverare tra i super food. Per avviare la coltivazione – che si fa indoor, con un sistema multistrato dotato di led specifici – la startup è partita dallo studio di un gruppo di ricercatori (Zhenlei Xiao, Gene E. Lester, Yaguang Luo e Qin Wang) in collaborazione con il Dipartimento di Nutrizione e scienze alimentari dell’Università di Maryland.

C’è chi sta guardando anche alle alghe per trovare alimenti più sostenibili, in quanto crescono senza particolare bisogno di terra o fertilizzanti. Il lavoro delle startup Seamore Food (Olanda) e New Wave Foods (Usa) si concentra proprio su questo: la prima produce e vende bacon e tagliatelle a base di alghe, cercando di riprodurre i piatti tradizionali con ingredienti alternativi.

New Wave Food, invece, punta a limitare la pesca intensiva producendo frutti di mare a base vegetale, che hanno lo stesso apporto nutritivo delle cozze o delle vongole, senza avere un impatto sulla loro proliferazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here