Nucis Italia porta il nutrizionista in gdo

Nei mesi di marzo e aprile, il venerdì e il sabato, presso una trentina di punti di vendita della grande distribuzione Nucis Italia ha organizzato, nell’ambito del progetto “Frutta secca è benessere” delle giornate di educazione nutrizionale. In ciascun negozio un esperto nutrizionista si è messo a disposizione della clientela, sia per informazioni sul consumo di frutta secca, sia per rispondere a quesiti relativi all’alimentazione in generale e agli aspetti nutrizionali dei cibi.

I consumatori, infatti, sono molto interessati a raccogliere elementi informativi specifici sulla frutta secca e disidratata morbida: hanno la percezione che si stia parlando di alimenti da inserire in una corretta dieta, ma volentieri accettano di saperne di più. Soprattutto, richiedono che i contenuti siano forniti da persone di comprovata competenza: da qui la figura del nutrizionista.

L’allestimento del pdv

Per supportare l’iniziativa, Nucis Italia ha realizzato materiale visivo e informativo, che ha compreso un desk completo di leaflet e ricettari (accompagnati dai claim “Fiorisce la voglia di benessere!”), che sono stati distribuiti ai clienti della gdo.

Il rapporto cliente-consumo: i dati raccolti

Durante gli appuntamenti con la clientela, i nutrizionisti hanno anche raccolto considerazioni e feedback, relativamente al mondo della frutta secca e al suo consumo.

Questi i dati più interessanti: la metà delle persone che si è fermata al desk (per la maggior parte donne oltre i 45 anni) ha richiesto un approfondimento sulle tematiche “frutta secca” e “benessere”. I clienti si sono dimostrati particolarmente interessati a questo alimento (68%) e hanno confermato di conoscerne le proprietà nutritive (80%); ne amano il gusto (70%); lo consumano a fine pasto (50%), ma anche a colazione (25%) e merenda (11%). Il consumo della frutta fresca è poi spalmato, per il 52% dei consumatori coinvolti, su tutti i 12 mesi dell’anno; non si tratta più, dunque, di un prodotto considerato stagionale o tipico delle festività natalizie, ma di una buona e sana abitudine.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here