Fairtrade, una paga dignitosa per i lavoratori delle piantagioni di banane

L’organizzazione internazionale propone un’innalzamento dei salari nelle aziende certificate e lancia una consultazione pubblica che coinvolge gli stakeholder

Banane certificate con il marchio Fairtrade
Banane certificate Fairtrade

Un salario dignitoso per i lavoratori delle piantagioni di banane certificate Fairtrade. La proposta arriva dall’organizzazione internazionale che lavora per migliorare le condizioni dei produttori agricoli dei Paesi in via di sviluppo. Al via una consultazione pubblica che coinvolge gli stakeholder, proprietari e lavoratori delle piantagioni, retailer e trader.

Una proposta in tre punti

La pandemia da Covid-19, spiega l’organizzazione, ha aumentato insicurezza e vulnerabilità di milioni di lavoratori agricoli per il mondo, compresi quelli che lavorano nelle piantagioni certificate Fairtrade. In molti Paesi produttori i lavoratori vengono pagati il salario minimo legale previsto dai contratti nazionali, spesso una cifra molto al di sotto di quanto servirebbe per uno standard di vita decoroso. Di qui la proposta in tre punti.

Contrattazione collettiva per colmare il divario tra la paga attuale e il salario dignitoso. In alcuni paesi come la Colombia e l’Ecuador, i lavoratori delle piantagioni ricevono già un salario dignitoso. In altre nazioni c’è ancora molto da fare. Permettere ai lavoratori di guadagnare un salario dignitoso è uno degli obiettivi chiave della strategia di Fairtrade.

Una paga base Fairtrade. Ogni lavoratore delle piantagioni Fairtrade, a partire da metà del 2021, dovrebbe ricevere un salario base pari al 70% della cifra equivalente a una paga dignitosa. Questa dovrà salire al 75% nel 2023. Se i lavoratori già ricevono più di questa somma, i loro salari non possono essere diminuiti.

Premio Fairtrade. Come misura temporanea l’uso (fino al 30%) dei soldi del Premio Fairtrade come bonus cash finché i bananeros non riceveranno una paga pari al salario dignitoso calcolato per il loro Paese. Negli anni il Premio Fairtrade ha offerto supporto economico a milioni di contadini e lavoratori attraverso prestiti a basso tasso di interesse, sussidi per le assicurazioni sanitarie, borse di studio e pagamenti in contanti.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome