Origine Group sponsor della Camminata della Mimosa della Lilt

Origine Group rappresenta il 15% della produzione italiana di pere e ha già venduto l'80% delle pere Abate Fetel col proprio marchio Pera Italia

Alberto Garbuglia, consigliere delegato di Origine Group

Origine Group è stato sponsor col proprio marchio Pera Italia della Camminata della Mimosa organizzata tutti gli anni dalla Lilt (Lega Italiana Lotta ai Tumori) di Ferrara lo scorso 11 marzo a Porotto di Ferrara. “Confermiamo ancora una volta – dice Alberto Garbuglia, consigliere delegato di Origine Group – il nostro sostegno come sponsor e partner alle iniziative della Lilt ferrarese nelle campagne di prevenzione contro i tumori attraverso la corretta alimentazione”.

Il brand Pera Italia rappresenta il 15% della pericoltura italiana: un progetto di aggregazone che punta a ridare valore al prodotto, valore aggiunto al produttore e al territorio in cui opera. “Il nostro progetto – aggiunge Garbuglia – vuole promuovere anche un corretto e salutare stile di vita e di alimentazione di cui il consumo di frutta e verdura, di pere in particolare, è uno dei pilastri. In sintesi: mangiando più frutta facciamo del bene a noi stessi, ma anche al territorio in cui viviamo”.

Già venduto l’80% delle pere Abate

Garbuglia interviene poi sulla campagna pere in corso: “La qualità delle pere quest’anno è elevata perché la stagione calda ed asciutta dell’estate scorsa ha favorito un alto grado zuccherino. Origine Group ha già venduto l’80% delle pere Abate dei propri soci ed il destoccaggio del prodotto prosegue regolarmente secondo i piani”.

“Nelle ultime settimane – sottolinea Ingarbuglia – registriamo purtroppo una esasperazione della concorrenza sul mercato soprattutto da parte di operatori che ricorrono alla leva del prezzo per compensare la scarsa efficienza della propria organizzazione commerciale. Comunque la situazione qualitativa e quantitativa in casa Origine Group è sotto controllo, anche se le quotazioni nelle ultime settimane sono in flessione”.

 

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here