Yello, gialla da far invidia alla Golden delicious

La presentazione di Yellow® a Interpoma 2016

E’ arrivata una nuova mela gialla che ha origine dal Giappone e oggi viene raccolta e commercializzata in Alto Adige. Si chiama Yello®, marchio commerciale della varietà Shinano Gold ed è stata presentata oggi a Interpoma, la rassegna biennale dedicata appunto alla mele, in corso a Bolzano.

Da quest’anno sia il Vog, il Consorzio delle Cooperative Ortofrutticole dell’Alto Adige, che Vi.p, l’Associazione delle Cooperative Ortofrutticole della Val Venosta possono produrre e commercializzarla in esclusiva per tutta l’Europa e il bacino del mediterraneo accanto alla Golden delicious, l’altra gialla più diffusa.

“Abbiamo individuato una grande opportunità: quella di segnare una svolta nel segmento delle mele a buccia gialla, storicamente presidiato da un’unica varietà tradizionale – ha dichiarato Gerhard Dichgans, direttore del Vog – Con Yello® inoltre vorremmo scrivere un capitolo nuovo nei mercati in cui la Golden Delicious da anni è rimasta in ombra, come in Inghilterra o in Germania”.

La cultivar nasce a Nagano nel 1993 dall’incrocio fra Golden Delicious e Senshu. Nel 2005 è stato piantato il primo albero in Alto Adige e nel 2007 firmato l’accordo sperimentale fra la Prefettura di Nagano e il Consorzio Innovazione Varietale Alto Adige (Sk Südtirol).

Il Consorzio Innovazione Varietale ha lavorato in collaborazione con il Centro di Sperimentazione Laimburg e il Centro di Consulenza dell’Alto Adige per lo sviluppo della nuova mela. Oggi il marchio Yello® è registrato in 60 paesi di tutto il mondo.

“La Shinano Gold è stata una delle prime varietà seguite dal Consorzio Innovazione Varietale sin dal principio, dai primi test di valutazione pomologica fino all’immissione sul mercato – come ha spiegato Markus Bradlwarter, direttore del Consorzio Varietale Alto Adige – e ora siamo pronti per iniziare la fase di sviluppo commerciale”. Fra il 2017 e il 2018 verranno piantati in Alto Adige oltre 150mila alberi.

“L’innovazione ha un’importanza fondamentale per il futuro della coltivazione melicola in Alto Adige – Südtirol”, ha affermato Georg Kössler, presidente del Vog.

yello foto interpoma2

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here