Corrono in Spagna gli investimenti sul bio, ma l’Italia fattura più del doppio

    La Spagna precede l’Italia sul bio come superfici investite, ma ora punta a diventare anche un grande mercato di alimenti biologici

    Secondo le nuove cifre del ministero dell’Agricoltura spagnolo, le vendite di alimenti biologici hanno raggiunto in Spagna livelli record nel 2017, raggiungendo quota 1 miliardo e 962 milioni di euro. Significa che sono aumentati del 16,4% rispetto al 2016 ma addirittura quasi raddoppiati rispetto al miliardo di euro del 2013. Come al solito frutta e verdura la fanno da padrone e rappresentano una quota significativa del 44% delle vendite bio.

    Lo ha sottolineato di recente Francisco Javier Maté, vice direttore generale l’agricoltura biologica del ministero spagnolo, spiegando che i consumatori spagnoli optano sempre più per i prodotti biologici e stanno spendendo più di cinque milioni di euro al giorno di alimenti e bevande biologici.

     

    Il debutto di Organic Food Iberia a Madrid

    Non solo la Spagna è il maggior produttore di prodotti biologici in Europa, con oltre due milioni di ettari investiti in questo tipo di agricoltura oltre che nell’allevamento del bestiame (più del doppio di quanto funzionava dieci anni fa), ora cerca di diventare anche uno dei mercati biologici più importanti. Tanto che nel 2019 a giugno debutterà a Madrid Organic Food Iberia, il suo primo evento di commercio biologico internazionale. Secondo Susana Andrés Omella, direttore del progetto di Organic Food Iberia, ha dichiarato: “La produzione biologica è una delle maggiori opportunità per l’economia spagnola in questo momento. Queste nuove cifre mostrano chiaramente che gli spagnoli apprezzano sempre più il biologico e molti di loro lo acquistano più regolarmente “.

     

     

    Italia subito dietro alla Spagna come produzione

    Secondo i dati Eurostat dal 2012 al 2017 il nostro Paese ha visto aumentare del 53% le superfici bio, primo tra quelli con dimensioni simili, superando la Francia (+49%). In base ai dati diffusi dal nostro ministero delle Politiche agricole, alimentari e del turismo dal 2010 ad oggi sono oltre 800mila gli ettari che in Italia si sono convertiti al biologico, con una crescita percentuale negli ultimi sette anni del 71%. Il biologico in Italia viene coltivato sul 15,4% della superficie nazionale, pari a circa 1 milione e 800mila ettari.

     

    Ma il mercato del biologico italiano fattura più di 5 miliardi di euro 

    Secondo Nomisma nel 2017 le vendite di biologico sul mercato nazionale hanno raggiunto i 3,5 miliardi (+15% rispetto al 2016 e +153% rispetto al 2008) mentre l’export del bio vale quasi 2 miliardi, pari al 5% (+408% rispetto al 2008) sul totale dell’export agroalimentare italiano (la cui crescita rispetto al 2008 si ferma al +45%). Le vendite bio complessive hanno superato quindi i 5 miliardi (+9% rispetto al 2016 e +218% rispetto al 2008).

    Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here