Andamento prezzi ortofrutta in Italia all’8 gennaio 2018

Le mele, in questa annata particolare, toccano nuovi livelli di prezzo, il calo della produzione delle clementine porta ad un innalzamento dei prezzi, stabili le arance

Grazie all’accordo con Borsa Merci Telematica Italiana (Bmti) pubblichiamo la rilevazione del prezzi dell’ortofrutta presso i mercati all’ingrosso all’8 gennaio 2018.

Qui di seguito una sintesi delle principali tipologie di frutta e ortaggi in commercio, nel pdf scaricabile trovate il dettaglio dei grafici e i rilevamenti sulle principali piazze italiane: Milano, Bologna, Padova e Roma.

Scarica i prezzi dell’ortofrutta in Italia in PDF cliccando qui

Arance. Prezzi in calo

In questo periodo è normale il manifestarsi di un calo delle quotazioni delle arance bionde causato dallo spostamento della domanda sui prodotti pigmentati. Le quotazioni di questi ultimi si sono mantenute su quotazioni medio alte per i frutti di taglia maggiore, molto meno presenti a causa della siccità estiva.

Cavolfiori e Cavoli-Broccoli. Prezzi stabili

Si registrano quotazioni stabili su livelli medio bassi. Complice l’andamento stagionale non particolarmente freddo dell’ultima settimana, la produzione si è mantenuta su livelli abbastanza elevati.

Radicchi. Prezzi in leggero calo

La produzione è regolare e una buona parte di prodotti è già nei magazzini per la conservazione nei prossimi mesi. Si osserva un calo più consistente per il radicchio rosso tardivo: situazione normale a causa del calo della domanda che segue del periodo festivo.

Clementine. Prezzi in aumento

Si rilevano aumenti consistenti per tutti i calibri determinato da un forte calo della produzione, in quanto il prodotto è stato in buona parte raccolto. Nel corso della settimana si cominceranno a osservare consistenti arrivi di prodotti dalla Spagna.

Lattughe. Prezzi stabili

Le quotazioni risultano stabili su livelli medio bassi. Grazie a un andamento stagionale non eccessivamente freddo dell’ultima settimana, la produzione si mantiene su livelli elevati.

Mele. Prezzi in aumento

I prezzi sono in aumento e stanno raggiungendo i livelli più alti finora registrati, complice un calo della produzione. Particolare la situazione per le mele Morgenduft, tipica cultivar da cottura molto produttiva che nel corso degli ultimi anni era stata progressivamente spiantata e che al momento sta raggiungendo quotazioni anche superiori.

Pere. Prezzi stabili

L’andamento risulta regolare e non si registrano ancora aumenti nella domanda di pere.

Pomodori. Prezzi in leggero calo

Complice l’andamento stagionale, si è registrata una buona produzione con conseguente calo dei prezzi.

Uva da tavola. Prezzi stabili

La produzione italiana è completamente terminata, mentre ancora si registra una presenza di prodotto spagnolo con quotazioni elevate. Si segnalano i primi scarichi di prodotto di provenienza africana.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here