Andamento prezzi ortofrutta in Italia al 22 maggio 2017

prezzi in calo last

Qualità in miglioramento ma generale calo dei prezzi per i prodotti dell’ortofrutta in vendita in Italia. Solo le fragole con l’entrata della produzione romagnola sono in aumento


Grazie all’accordo con Borsa Merci Telematica Italiana (Bmti) pubblichiamo la rilevazione del prezzi dell’ortofrutta al 22 maggio 2017.

Qui di seguito una sintesi delle principali tipologie in commercio, nel pdf scaricabile trovate il dettaglio dei grafici e i rilevamenti sulle principali piazze italiane: Milano, Bologna, Padova e Roma.

Scarica i prezzi dei prodotti ortofrutticoli in PDF cliccando qui

Albicocche. In calo

Si osserva un notevole aumento della produzione: sono molto presenti varie tipologie del gruppo Cott, in particolare Wondercott. La qualità è in miglioramento, anche dal punto di vista del grado di maturazione. Il trend dei prezzi è calante, ma in via di stabilizzazione.

Angurie. In calo

Si sta entrando nel pieno della produzione siciliana. La qualità è buona e i prezzi sono sostanzialmente stabili rispetto alla settimana scorsa. Si segnala un discreto interesse anche per le angurie verdi, che ormai sono entrate stabilmente nel paniere dei consumi. È frequente la presenza di frutti a polpa gialla.

Ciliegie. In calo

Anche per questa specie la produzione è in aumento e stanno cominciando in questi giorni i primi Duroni. La qualità è in miglioramento, ma vi è ancora una elevata presenza di prodotto di seconda categoria; in incremento anche la dimensione dei frutti.

Fragole. In aumento

Forte contrazione della produzione meridionale con contestuale aumento della produzione romagnola, non sufficiente a soddisfare la domanda. Qualità in generale buona.

Nettarine. In calo

I prezzi sono in calo a causa di un costante aumento della produzione. Con l’innalzamento delle temperature dovrebbe incrementarsi anche il livello della domanda. La dimensione dei frutti sta crescendo, ma il prodotto di grande pezzatura è ancora molto poco.

Peperoni. In calo

Come per la maggior parte degli ortaggi le quotazioni sono in calo, sia per l’aumento delle produzioni che per l’orientamento dei consumatori verso la frutta estiva, tipico di questo periodo. Si segnala, in particolare, una forte contrazione del prezzo per il peperone olandese che si posiziona su livelli particolarmente bassi.

Pesche. In calo

Costante e consistente calo delle quotazioni: in questo momento il consumatore sembra relativamente poco interessato a questo prodotto, tanto è vero che il livello dei prezzi è ai minimi di questo periodo. La qualità del prodotto, di provenienza prevalentemente nazionale e spagnola, è elevata. Il progressivo aumento delle dimensioni dei frutti e il miglioramento della stagione dovrebbe portare a una stabilizzazione dei prezzi su livelli medi in breve.

Zucchine. Stabili

Quotazioni in leggero calo, con produzione in atto in tutte le regioni italiane ed in equilibrio con il livello della domanda. Qualità buona.


Pubblica un commento