Biologico in Francia, sprint dei consumi nel 2016

Fruit market with various colorful fresh fruits and vegetables

Il mercato ha registrato nel Paese un incremento di circa il 20% nel primo semestre 2016 rispetto allo stesso periodo del 2015 secondo lo studio pubblicato di recente dell’Agenzia Bio/Csa


Crescono i produttori biologici, ma anche il mercato in Francia. I consumatori si rivolgono sempre più ai prodotti dell’agricoltura biologica. Il mercato ha registrato nel Paese un incremento di circa il 20% nel primo semestre 2016 rispetto allo stesso periodo del 2015. A fine anno dovrebbe arrivare a un fatturato di 6,9 miliardi di euro mettendo a segno un aumento di 1 miliardo di euro rispetto all’anno precedente.

Secondo lo studio pubblicato di recente dell’Agenzia Bio/Csa, 9 francesi su 10 (l’89%) ora mangiano bio, almeno occasionalmente, contro il 54% nel 2003. Il 65% consuma regolarmente prodotti bio, cioè almeno una volta al mese, contro il 37% nel 2003.

Le vendite  si sono particolarmente sviluppate nel primo semestre 2016, confermando la crescita record (+14,7%) riscontrata nel 2015. I supermercati hanno registrato un incremento delle vendite di prodotti biologici di quasi il 18% rispetto allo stesso periodo del 2015 (+11% nel 2015 rispetto al 2014). Nei canali di vendita dedicati, l’aumento è stato pari al 25% nel primo semestre 2016.

Nel primo semestre 2016 la crescita del mercato è stimata intorno al 20% rispetto al primo semestre 2015 tra tutti i canali tradizionali e specializzati.

Aumentano anche le aziende agricole biologiche. Al 30 giugno 2016 in Francia si contavano 31.880 produttori. Entro la fine dell’anno, i terreni coltivati con metodo di produzione biologica dovrebbero superare la soglia di 1,5 milioni di ettari, più del 5,8% della superficie agricola utile.


Pubblica un commento