Ifco, zero emissioni di carbonio entro il 2025

L’azienda, specializzata nella fornitura di imballaggi in plastica riutilizzabili, ha presentato la strategia Esg 2025 (Environment, social and governance) con target in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite

I tre pilastri della strategia di Ifco sulla sostenibilità
I tre pilastri della strategia di Ifco

Ifco, azienda specializzata nella fornitura di imballaggi in plastica riutilizzabili per alimenti freschi (Rpc), ha presentato la sua strategia Esg 2025 (Environment, social and governance), per contribuire a rafforzare l’economia circolare. Tra i diversi obiettivi, il raggiungimento delle zero emissioni di carbonio entro il 2025 ed emissioni zero in tutta la sua catena del valore entro il 2040.

Più economia circolare ed emissioni zero in tutta la sua catena del valore entro il 2040

Ifco gestisce un pool di oltre 314 milioni di contenitori di plastica riutilizzabili (Rpc) a livello globale, che vengono utilizzati ogni anno per oltre 1,9 miliardi di spedizioni, comprese quelle di frutta e verdura fresca. I materiali utilizzati sono riciclati e al termine del ciclo di vita danno vita a nuovi Rpc. Questo modello di business ha consentito a Ifco di ottenere il livello Gold nella certificazione Cradle to Cradle per la categoria relativa al riutilizzo dei materiali.

Tre i pilastri sui quali si basa la strategia Esg, che è allineata agli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

Thriving Business  (Prosperità per il business). Ifco punta a una supply chain di alimenti freschi in grado di far fronte alle sfide del futuro attraverso l’economia circolare.

Thriving Planet (Prosperità per il pianeta). L’obiettivo è raggiungere operazioni a zero emissioni di carbonio entro il 2025 ed emissioni zero in tutta la sua catena del valore entro il 2040. Inoltre sta lavorando per eliminare completamente i rifiuti solidi.

Thriving Society (Prosperità per la aocietà). Attenzione ai temi della diversità e dell’inclusione. L’azienda punta a raggiungere il 40% di donne in posizioni manageriali. E lavora per ridurre lo spreco alimentare attraverso la cooperazione con i banchi alimentari di tutto.

“La nostra nuova strategia Esg ci accompagnerà nel cammino verso il raggiungimento del nostro scopo: la realizzazione di una supply chain degli alimenti freschi sostenibile e in grado di avere un impatto positivo sul pianeta e sulla società” spiega Michael Pooley, ceo di Ifco.

Sempre più sostenibile

Nel 2021, I clienti di Ifco hanno potuto ridurre fino al 60% le emissioni di COgenerate dalle loro supply chain rispetto a quanto avviene con l’utilizzo di imballaggi monouso. Di recente ha ricevuto la certificazione Cradle to Cradle Certified Silver per la sua gamma di Rpc Lift Lock. Gli Rpc di Ifco vengono riutilizzati fino a 120 volte, puliti e disinfettati e, al termine del ciclo di vita, granulati e impiegati per produrre nuovi Rpc. Questo processo offre una sensibile riduzione delle emissioni di COe del consumo di acqua e energia rispetto agli imballaggi monouso

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome