Andamento prezzi ortofrutta in Italia al 13 gennaio

Settimana caratterizzata da quotazioni stabili: in aumento quelle delle zucchine. Ampia presenza sul mercato delle arance Tarocco pigmentate: cresce la mela Fuji

I prezzi ai mercati all’ingrosso denotano una stabilità per la maggior parte delle produzioni ortofrutticole: in controtendenza le zucchine
I prezzi ai mercati all’ingrosso della maggior parte delle produzioni ortofrutticole sono stabili

Dalle mele alle arance, dalle pere ai pomodori: le quotazioni registrate ai mercati all’ingrosso denotano una stabilità per la maggior parte delle produzioni ortofrutticole. Per le arance continua a dominare la presenza di Tarocco pigmentata; per le mele  lieve aumento della Fuji. In controtendenza le zucchine, con prezzi in aumento in parte a  causa del gelo.

Grazie all’accordo con Borsa Merci Telematica Italiana (Bmti) e Italmercati pubblichiamo la rilevazione dei prezzi dell’ortofrutta presso i mercati all’ingrosso al 13 gennaio 2020.

Qui di seguito una sintesi delle principali tipologie di frutta e ortaggi in commercio, nel pdf scaricabile trovate il dettaglio dei grafici e i rilevamenti sulle principali piazze italiane: Milano, Bologna, Padova e Roma.

Scarica i prezzi dell’ortofrutta in Italia al 13 gennaio in PDF cliccando qui

Arance. Prezzi tendenzialmente stabili

Prosegue la tendenziale stabilità per le quotazioni delle arance, con cenni di calo per la varietà Washington Navel. Si segnala un’ampia presenza nei mercati di Tarocco pigmentato.

Carciofi. Prezzi tendenzialmente stabili

Anche per i carciofi prevale una certa tendenza alla stabilità. Si sono osservate quotazioni più basse per alcune partite di prodotto caratterizzate da danni da freddo, ma comunque di buona qualità. La produzione soddisfa pienamente la scarsa domanda tipica del periodo.

Clementine. Prezzi tendenzialmente stabili

Poche variazione di prezzo per le clementine con qualche cenno di aumento riconducibile alla scarsità di prodotto, come è tipico della fine di campagna. Nei mercati è presente la varietà Hernandina, di provenienza prettamente spagnola, ed è attesa anche la Orri.

Mele. Prezzi tendenzialmente stabili

Mercato delle mele all’insegna della stabilità, con prezzi superiori alla media del periodo. Si denota un lieve aumento per la varietà Fuji, che interessa soprattutto i mercati del Nord Italia.

Pere. Prezzi tendenzialmente stabili

Anche le pere si delinea una situazione di stazionarietà, con quotazioni su livelli più al rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Da osservare una lieve diminuzione delle quotazioni per la varietà Abate, presente in maggiori quantità nei mercati italiani.

Pomodori. Prezzi tendenzialmente stabili

Per quanto riguarda i pomodori si osservano quotazioni tendenzialmente stabili per ciliegini e datterini, caratterizzati in questo periodo da una buona qualità di prodotto. Viceversa si registrano lievi aumenti per quanto riguarda i Costoluti verdi, complice una maggiore scarsità di prodotto.

Radicchi rossi. Prezzi tendenzialmente stabili

Radicchi caratterizzati da prezzi stabili e da un livello della domanda che rientra nella media del periodo. La qualità è buona e la disponibilità di prodotto abbondante.

Zucchine. Prezzi in aumento

Per quanto riguarda le zucchine si osservano netti aumenti di prezzo, in parte tipici del periodo e in parte causati dal gelo. Nei mercati è presente prevalentemente prodotto nazionale, affiancato da alcune partite di provenienza marocchina.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome