L’ecosistema con luci a led a supporto del vertical farming

Con i prodotti Signify e i sistemi e servizi di illuminazione connessa Interact, Philips è il punto di riferimento mondiale per il supporto all’indoor e vertical farming

Signify luci led

Il vertical farming sta cambiando il volto dell’agricoltura e tratteggia quella del futuro, sempre più green, local e mobile. È il caso della Svezia che importa il 70% della frutta e della verdura consumate: grazie alle nuove serre ad alta tecnologia potrà aumentare la produzione locale, che diventa sempre più sostenibile.

Signify, 6,5 miliardi di euro di fatturato nel 2020, è il punto di riferimento mondiale nell’illuminazione, oltre che nell’Internet of Things, con i prodotti Philips e i sistemi e servizi di illuminazione connessa Interact. Sta supportando Ljusgårda, azienda svedese nata nel 2018 e specializzata nella produzione di insalata in vertical farming, a espandere il proprio stabilimento di produzione nella città di Tibro.

La piattaforma di Philips nella vertical farm di Ljusgårda in Svezia

Signify fornirà a Ljusgårda le sue più recenti innovazioni tecnologiche nell’ambito dell’illuminazione. “Gli apparecchi luminosi Philips GreenPower Led production modules e Philips GrowWise control system -fa sapere Corrado Massone, commercial leader Agriculture & System Integrator Italia, Israele e Grecia di Signify- consentiranno una completa gestione dello spettro luminoso e dei livelli di illuminazione. Con conseguente miglioramento della qualità e della resa per metro quadrato e la previsione dei livelli di crescita, così da poter adattare la produzione alla domanda del mercato in ogni stagione.

La piattaforma di controllo Philips GrowWise renderà poi possibile la totale gestione del sistema di illuminazione permettendo di programmare i cicli di crescita con largo anticipo e assicurando una maggiore automazione”. Ljusgårda è destinata a diventare una delle più grandi vertical farm d’Europa non appena sarà completato il nuovo stabilimento al coperto di 7.000 m2, con l’ampliamento poi della superficie coltivata da 300 a 2.500 metri quadri. L’azienda stima di incrementare la sua produzione alimentare di 20 volte, toccando le 60 tonnellate di insalata al mese, equivalenti a circa a 1 milione di confezioni. “L’illuminazione led applicata alla coltivazione indoor -dice Massone- rappresenta una vera e propria rivoluzione nel settore dell’agricoltura e promette di trasformare l’approccio alla coltivazione di diverse tipologie di ortaggi e verdure, tra cui principalmente insalate, erbe aromatiche, pomodori, peperoni e cetrioli”.

Le installazioni di Signify in Italia

A Signify si stanno rivolgendo anche diverse aziende italiane che hanno scommesso sull’indoor e vertical farming. “Dal 2018 Signify collabora con Planet Farms, il più grande e avanzato stabilimento di vertical farming in Italia e Europa che sta per nascere a Cavenago Brianza, fornendo apparecchi di illuminazione all’avanguardia, così come know-how e ricette luminose. Inoltre, nell’ambito della coltivazione in idroponica, a inizio anno Signify ha avviato una collaborazione con l’Azienda Agricola F.lli Lapietra, fornendo un’illuminazione a led modulari mirata per la coltivazione del pomodoro. Sempre nell’ambito della coltivazione del pomodoro, stiamo attualmente lavorando con un nostro cliente del Nord Italia con l’obiettivo di migliorare la sua produttività”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome