Il retail testa la tecnologia che allunga la shelf-life all’ortofrutta

Alcune aziende propongono dispositivi che sanificano l’aria, permettendo di aumentare la durata dei prodotti fino a un mese

English version

Arrivano sul mercato nuovi dispositivi per aumentare la shelf-life dell’ortofrutta. Frutta e verdura costituiscono i principali alimenti sprecati in Italia dove vengono buttati quasi 8,65 milioni di tonnellate di cibo per un valore economico complessivo di oltre 22 miliardi di euro (indagine Waste Watcher, International Observatory on Food & Sustainability e Centro Studi Divulga, dati Eurostat). Dalla collaborazione di Nanohub e Igeamed è nato il nuovo dispositivo Evofresh che integra le tecnologie di fotocatalisi evoluta e filtrazione elettronica Airdog delle due aziende. La soluzione è in grado di conferire al prodotto una maggiore conservabilità che varia, in base al prodotto, da 5 giorni per i prodotti meno sensibili, come le insalate, fino a 30 giorni per mele e agrumi. Si tratta sostanzialmente di una cappa che filtra l’aria eliminando sia l’etilene, generato durante la fase di maturazione dei prodotti climaterici, sia batteri, virus, muffe, spore e particolato. “Al momento abbiamo una trentina di installazioni in alcune catene retail -spiega Stefano Perboni, ad di Nanohub-: NaturaSì, Scelgo, alcuni punti di vendita di Famila. La tecnologia è totalmente sicura in presenza di persone e non ha alcuna emissione di ozono o altri sottoprodotti. L’aumento della shelf-life dei prodotti e la riduzione di scarti vengono ottenuti, nei reparti di vendita dei supermercati, evitando di spostare in cella alcuni prodotti durante la notte, con risparmio di lavoro e costi energetici”.
“La nuova versione Evofresh su cui stiamo lavorando da un anno -aggiunge Michele Balestra di Igeamed- avrà un’efficacia più elevata rispetto ai dispositivi oggi installati di Nanohub e siamo certi avremo dati decisamente migliori. Igeamed è distributore ufficiale per l’Europa di Airdog, una tecnologia ideata in California che fa leva su una tecnologia innovativa di tipo elettrostatico con oltre 180 brevetti che non richiede sostituzione di filtri.
È una macchina di standard ospedaliero che gode di approvazione Fda e del Servizio sanitario britannico per uso nelle sale operatorie, a conferma della bontà della performance e della sua sicurezza.
Questa tecnologia è estremamente efficace su tutti i tipi di microrganismi come virus (compreso il Sars-Cov-2), batteri, muffe, lieviti, miceti che possono avere effetti deleteri per la conservazione di frutta e verdura, ma anche dei freschi.
È unica nel suo genere per essere in grado di filtrare particolato a livello ultrafine con performance decine di volte migliori dei filtri assoluti Hepa. Oltre a essere efficace nella conservazione di frutta e verdura, Evofresh lo è anche per i reparti di preparazione alimentari e freschi in genere, garantendo negli ambienti aria veramente purificata e sanificata”. Punta invece più a un’applicazione B2C, Shelfy una proposta made in Italy dell’azienda pordenonese Vitesy. Grazie all’innovativa tecnologia fotocatalitica permette di conservare i prodotti freschi prolungandone la durata, abbattere la carica batterica e fungina fino a un livello 10 volte inferiore e di ridurre i cattivi odori. Dopo una campagna di crowdfunding, lanciata sulle piattaforme Indiegogo e Kickstarter, chiusa con una raccolta superiore a 1 milione di euro e la realizzazione di oltre 10 mila pezzi, il prodotto è disponibile anche nel nostro Paese.
“I test di laboratorio svolti con Csi Spa a Milano dimostrano che riusciamo a raddoppiare la shelf-life di alcuni alimenti -spiega il founder Paolo Ganis-. In alcuni casi, come con le zucchine, siamo riusciti anche ad avere fino a 12 giorni in più, in base a determinate condizioni, stagionalità. Le migliori performance sono poi con le fragole, 7 giorni, poi indivie, albicocche”. Il dispositivo va inserito nel frigo domestico e funziona con la tecnologia della fotocatalisi. “All’interno ha un filtro con nanomateriali che viene irradiato da luce led invisibile: non utilizza biossido di titanio, ma un materiale più efficace che non necessita di luce led Uv che è dannosa per la vista e crea diversi sottoprodotti. Gli inquinanti che passano attraverso questo filtro vengono degradati a livello molecolare. È efficace su batteri, che abbatte del 98% nei primi dieci minuti, poi su etilene, composti volatili, i principali elementi che deteriorano il cibo. Il filtro non va sostituito, al massimo sciacquato, è molto comodo. Non lascia residui e non determina sottoprodotti. Lo vendiamo al momento online e stiamo parlando con diversi partner: ci sono produttori del banco frigo che sono interessati. Teoricamente si potrebbe applicare anche in reparti frigo della gdo”.
In aggiunta l’app Vitesy Hub aiuta a monitorare il consumo energetico del frigorifero. “In tutti i nostri prodotti abbiamo sensoristica e connettività. L’app indica la temperatura nel frigo, un sensore capta quante volte viene aperto e per quanto tempo; dà consigli sulla pulizia, del filtro, durata batteria e su come stoccare al meglio i prodotti”.

Some retail chains are testing a technology that extends the shelf-life of fruit and vegetables

Some companies are proposing devices that sanitize the air, based on photocatalysis, electronic filters, and ethylene contrast. They allow extending the shelf life of the products up to one month 

New devices to extend the shelf-life of fruit and vegetables are arriving on the market. Fruit and vegetables constitute the main foods wasted in Italy, where almost 8.65 million tonnes of food are thrown away, for a total economic value of over 22 billion Euros (Waste Watcher survey, International Observatory on Food & Sustainability and Centro Studi Divulga, Eurostat data). The new Evofresh device was born from the collaboration of Nanohub and Igeamed, which integrates the advanced photocatalysis and Airdog electronic filtration technologies of the two companies. The solution is able to give the product a longer shelf life, which varies, depending on the product, from 5 days for less sensitive products, such as salads, up to 30 days for apples and citrus fruits. It is essentially a hood that filters the air by eliminating both ethylene, generated during the maturation phase of the climacteric products, and bacteria, viruses, moulds, spores, and particulates. Stefano Perboni, CEO of Nanohub, explained: ‘At the moment, we have around thirty installations in some retail chains: NaturaSì, Scelgo, some Famila stores. This technology is totally safe in the presence of people and has no ozone emissions or other by-products. The increase in the shelf-life of products and the reduction of waste are achieved in the sales departments of supermarkets, avoiding moving some products into the cellar during the night, with savings in labour and energy costs’. Michele Balestra, for Igeamed, added: ‘The new Evofresh version on which we have been working for a year will have higher efficacy than the Nanohub devices installed today, and we are certain we will have decidedly better data. Igeamed is the official European distributor of Airdog, a technology created in California that leverages an innovative electrostatic technology with over 180 patents that does not require filter replacement. It is a hospital standard machine that has FDA and British Health Service approval for use in operating rooms, confirming its good performance and safety. This technology is extremely effective on all types of microorganisms such as viruses (including Sars-Cov-2), bacteria, moulds, yeasts, fungi which can have deleterious effects on the preservation of fruit and vegetables, but also fresh products. It is unique in its kind for being able to filter particulates at an ultrafine level, with performance tens of times better than absolute Hepa filters. In addition to being effective in preserving fruit and vegetables, Evofresh is also effective for food preparation and fresh produce departments in general, guaranteeing truly purified and sanitized air in the environments’. 

Shelfy, on the other hand, is aiming more at a B2C application. It is a made in Italy proposal by Vitesy, Pordenone-based company. Thanks to the innovative photocatalytic technology, it allows keeping products fresh, prolonging their shelf life, reducing their bacterial and fungal load to a level 10 times lower, and reducing bad smells. After a crowdfunding campaign, launched on the Indiegogo and Kickstarter platforms, which closed with a collection of over 1 million Euros and the creation of over 10 thousand pieces, the product is also available in our Country. Paolo Ganis, founder, explained: ‘Laboratory tests carried out with Csi Spa in Milan demonstrate that we are able to double the shelf-life of some foods. In some cases, as with courgettes, we have also been able to have up to 12 days more, based on certain conditions and seasonality. The best performances concern strawberries, 7 days, then endives, apricots’. The device must be inserted in the home fridge and works with photocatalysis technology. ‘Inside, it has a filter with nanomaterials that is irradiated by invisible LED light: it does not use titanium dioxide, but a more effective material that does not require UV LED light, which is harmful to the eyesight and creates various by-products. Pollutants that pass through this filter are degraded at a molecular level. It is effective on bacteria, which it destroys by 98% in the first ten minutes, then on ethylene, volatile compounds, the main elements that deteriorate food. The filter does not need to be replaced, at most rinsed, it is very convenient. It leaves no residue and does not produce by-products. We are currently selling it online and we are talking to various partners: there are refrigerated counter manufacturers who are interested in it. Theoretically it could also be applied in large-scale retail refrigeration departments’. In addition, the Vitesy Hub app helps monitor the energy consumption of the refrigerator. ‘In all our products we have sensors and connectivity. The app indicates the temperature in the fridge, a sensor detects how many times it is opened and for how long; gives advice on cleaning, filter, battery life, and how to best store the products’. 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome