Sipo arricchisce l’offerta di I e IV gamma

28

Presentate in anteprima lo scorso gennaio a Fruit Logistica di Berlino, le tre nuove linee di prodotti a marchio I Sapori del mio Orto – erbe aromatiche, minestroni e insalate arricchite – sono ora disponibili per la commercializzazione sul mercato italiano ed estero.

A fare da minimo comun denominatore della nuova offerta è il concetto di servizio al consumatore, grazie alla presenza di diversi ortaggi all’interno delle confezioni e alle ricettazioni studiate dal reparto Ricerca & Sviluppo in collaborazione con esperti chef e nutrizionisti. I nuovi prodotti sono pensati infatti in funzione delle differenti preparazioni in cucina e assecondano la fantasia dei consumatori nell’ottica della massima praticità.

Il mix di erbe. La linea di erbe aromatiche è composta da prodotti realizzati in base alle pietanze da insaporire: Carne rossa contiene un mix di rosmarino, salvia, prezzemolo e aglio mentre Carne bianca comprende maggiorana, salvia, timo e aglio. Le altre referenze sono Carne cruda, Insalata di mare, Pesce al cartoccio e Pesce crudo.

I minestroni. La linea dei minestroni è composta dalle quattro varianti Light, Energy, Detox e Baby. Quest’ultima in particolare, pensata per i più piccoli, contiene carote, zucca, patate, piselli, zucchine, bietole, pomodori, cavolo cappuccio e fagioli.

Le insalate. Infine le insalate arricchite sono contorni pronti al consumo, anche fuori casa poichè non necessitano di preparazione, con l’aggiunta di ingredienti proteici. Le tre novità sono l’insalata con formaggio, noci e pomodoro ciliegino, l’insalata con tonno e olive nere e l’insalata con mozzarella e olive nere.

«I nuovi prodotti completano l’offerta di verdure di I e di IV gamma a marchio Sapori del mio Orto – ha sottolineato Massimiliano Ceccarini, General Manager SIPO Group – e vanno a rafforzare il ruolo dell’azienda che, anche grazie alla recente costituzione di Flavour Valley Spa Società Agricola, è in grado di coprire tutta la filiera orticola, dalla semina in campo fino alla valorizzazione del prodotto sugli scaffali dei punti vendita».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here