Nasce il nuovo brand Terre Agricole

Per il biennio 2014-2015 in OP Fungorobica e Piccoli Sapori punta su un deciso incremento del proprio fatturato, grazie all’ingresso di nuovi soci e a un allargamento della propria gamma. L’obiettivo è di uscire dai tradizionali confini del mondo dei funghi e dei piccoli frutti, per offrire anche ortofrutta fresca di alta qualità.

“L’ingresso nel 2013 dell’Azienda Agricola Pallotti di Modena, produttore di pere, susine, ciliegie (e in futuro albicocche) è solo il primo passo verso questo obiettivo che porterà la nostra OP a diventare uno dei protagonisti del mercato dell’ortofrutta fresca in Italia”  ha dichiarato Ubaldo Colombo responsabile marketing della OP. Inoltre è in fase di sviluppo una linea di hamburger vegani biologici a base di funghi che verrà presentata al prossimo BIOFACH 2014 (Norimberga 12-15 febbraio).

Già nella prossima Fruit Logistica 2014 (Berlino 5-7 febbraio), invece, ci sarà la presentazione di Terre Agricole, un nuovo brand dedicato a un paniere di prodotti come funghi coltivati (Champignon bianchi e crema, Pioppini, Pleurotus Ostreatus, Erinjii e Cornucopiae), frutti di bosco (fragole, lamponi, more, mirtilli, ribes ecc.), ortofrutta (pere , susine, ciliege ecc.). « In un mercato dell’ortofrutta che vedrà crescere l’aggregazione di piccole aziende agricole in OP per superare il gap dimensionale, Terre Agricole si presenta come una marca in linea con questa tendenza e in risposta alle richieste di un consumatore consapevole che sempre più chiede prodotti sani, genuini e distribuiti in punti vendita il più vicini possibile al luogo di produzione. Terre Agricole, infatti, offre ai suoi clienti prodotti della terra sani e freschi, coltivati in aziende di carattere famigliare a vocazione industriale, distribuite sul territorio per garantire la minor distanza possibile tra la produzione e il punto di vendita. Si prende a cuore la salute dei suoi consumatori in una logica di agricoltura sostenibile certificata e con il controllo completo della filiera », ha concluso Colombo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here