Kaki, aumentano le varietà a polpa soda

“Andamento sostanzialmente positivo con prezzi soddisfacenti per la campagna Kaki”. Il primo bilancio del 2016 è di Cristian Moretti, direttore generale di Agrintesa, aderente al Gruppo ortofrutticolo Apo Conerpo e alla business unit Alegra, che colloca sul mercato il prodotto della cooperativa faentina “firmato” sia con il proprio marchio che con il brand Valfrutta. “Dopo il raccolto particolarmente abbondante del 2015, quest’anno – spiega – la produzione italiana di kaki torna nella media dal punto di vista della quantità con una buona pezzatura e parametri zuccherini e colore in linea con gli standard”.

“L’annata di vendita è partita bene – dichiara Enrico Bucchi dell’ufficio commerciale di Alegra – anche grazie al repentino cambiamento del clima, passato dall’estate all’autunno in pochissimi giorni. Dopo le varietà Kaki Tipo di Romagna, particolarmente apprezzata per la dolcezza e l’aroma con quotazioni che si collocano su buoni livelli, si passerà alla commercializzazione del prodotto a polpa soda.

Agrintesa si conferma leader nel settore a livello nazionale con un’ampia e qualificata offerta di entrambe le tipologie di prodotto: 4.200 tonnellate della varietà Tipo, destinata alla maturazione tradizionale per ottenere frutti a polpa morbida, e 2.300 tonnellate di kaki Rojo Brillante con frutti a polpa soda che si tagliano a fette come una mela, in grado di intercettare le nuove tendenze del consumo del nostro Paese.

“Proprio per rispondere alle mutate richieste del mercato – sottolinea Cristian Moretti – la nostra cooperativa negli ultimi anni ha spinto i soci a diversificare la produzione di questa specie. I produttori hanno così messo a dimora nuovi impianti della varietà Rojo Brillante, che attualmente raggiunge una quota superiore al 35% della produzione complessiva”.

L’innovazione legata alla varietà Rojo Brillante non interessa soltanto la fase produttiva, ma anche gli aspetti più tecnologici. Presso lo stabilimento Agrintesa di Faenza, infatti, è stato installato un nuovo impianto di maturazione, in grado di gestire al meglio sia i kaki a polpa tenera che quelli a polpa soda, oltre mille tonnellate di prodotto alla settimana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here