Da Coop Italia meloni senegalesi Terra Equa

Il rialzo delle temperature spinge i consumi di prodotti estivi come meloni e anguria
Il rialzo delle temperature spinge i consumi di meloni e anguria

Un’altra storia di successo legata alla cooperazione commerciale tra Nord e Sud riguarda Coop Italia e il suo progetto pilota Terra Equa, finalizzato a impiantare una filiera di produzione del melone in Senegal,  nella regione di Ties. Un progetto nato alcuni anni fa su sollecitazione della comunità senegalese residente in Italia che ha proposto alla catena distributiva di valorizzare le eccellenze agricole del paese. Coop ha accettato la proposta considerandola un’occasione per aveere un fornitore alternativo a quello conferito da due multinazionali francesi che operano nel Sahara occidentale.

Il partner operativo è l’Op Francescon che ha portato in Senegal le attrezzature e il know-how necessari alla produzione e oggi impiega localmente centinaia di persone garantendo un livello di reddito del doppio rispetto alla paga media della zona. Da parte sua Coop si impegna a distribuire in Italia il prodotto, destinando – insieme a Francescon – 10 centesimi ogni kg di melone venduto per la costruzione di un presidio medico nel paese africano.

Nel 2013  Coop ha ritirato da questa filiera quasi 180mila kg di meloni a un prezzo medio di acquisto che sfiora i 2 euro al kg. Nel 2014 prevede di arrivare a 300mila kg raccogliendo circa 30mila euro da reinvestire per migliorare le condizioni di vita in Senegal.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome