Agricoltura Ue, imprese più grandi e manager vecchi

24

La produzione agricola europea tende verso la concentrazione. Tra il 2003 ed il 2013 sono sparite un quarto delle aziende agricole I più del 48% in Italia) a parità di superfici coltivate.

Cresce la dimensione aziendale, del 38%, ma i nuovi colossi dell’ortofrutta sono guidati, nella metà dei casi, da manager che hanno più di 55 anni di età (in un terzo delle aziende più di 65).

Lo studio. Lo rivelano i dati di una ricerca Eurostat diffusi oggi che ha fatto un quadro del comparto produttivo agricolo europeo che, nell’ultima fotografia (dati 2013) registra 10,8 milioni di aziende (un terzo delle quali in Romania) su 174,6 milioni di ettari di terreno (superficie agricola utilizzata). Nel periodo preso in esame – 2003-2013 – l’ufficio statistico dell’Unione europea, ha registrato la chiusura di un’azienda su quattro a fronte dell’incremento delle superfici medie coltivate per azienda che passano da 11,7 ettari a 16,1.

Grafico 1 Eurostat

La più grande riduzione della superficie agricola utilizzata è stata registrata a Cipro (-30,1%), segue poi Austria (-16,3%) e la Slovacchia (-11,0%).

La dimensione. Per contro l’incremento maggiore si registra in Bulgaria (+ 60,1%) dove parte dell’aumento della superficie agricola utilizzata è dovuto all’inclusione di nuove terre nell’Unione a partire dal 2010 (circa 860mila ha). Ma hanno incrementato le superfici anche la Lettonia (+ 26,1%), la Grecia (+ 22,4%) e l’Estonia (+ 20,3%) mentre le maggiori concentrazioni si registrano nella Repubblica Ceca (con aziende mediamente di 133 ettari) e nel Regno Unito (93,6 ettari).

Grafico 2 Eurostat

Seguono la Slovacchia (80,7), la Danimarca (67,5), il Lussemburgo (63), la Francia (58,7) e la Germania (58,6). Spagna (24,1 ettari)n e Italia (12) si collocano in una posizione intermedia mentre le aziende più piccole sono a Malta (1,2 ettari), Cipro (3,1), Romania (3,6), Slovenia (6,7), Grecia (6,8) e Ungheria (9,5). Ital

Il fattore “età”. Le nuove “big-company” però sono guidate ancora da manager anziani anche in conseguenza della difficoltà di garantire il passaggio generazionale a causa dei bassi rendimenti per i produttori.

Grafico 3 Eurostat

Dei 10,8 milioni di aziende agricole censite nell’Unione, quasi 3,5 milioni (il 31,1%) sono gestite da over 65 anni; 2,6 milioni (24,7%) da manager di età compresa tra i 55 ei 64 anni; mentre la fascia di età inferiore ai 35 rappresenta, a livello comunitario il 6% del totale con picchi del 12% in Polonia.

Un terzo della superficie agricola coltivata in Ue si trova in Spagna (13,4%) e Francia (15,9%). Segue il Regno Unito (9,9%), Germania (9,6%), Polonia ( 8,3%), in Romania (7,5%) e Italia (6,9%).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here