Turismo e Agricoltura assieme: il gigantesco ministero di Gian Marco Centinaio

Delega al Turismo per il ministero delle Politiche Agricole presieduto dal ministro Centinaio

È stato approvato nel Consiglio dei Ministri del 2 luglio il decreto legge che consegna la delega al Turismo al ministero delle Politiche Agricole e in particolare al ministro Gian Marco Centinaio.

Si legge dal comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n.8 “il decreto trasferisce al ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali le funzioni esercitate dal ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in materia di turismo, prevedendo, al contempo, il conseguente cambio delle denominazioni dei due ministeri, il trasferimento delle risorse umane, strumentali e finanziarie e le necessarie modifiche normative riguardanti gli enti vigilati”.

Enogastronomia e turismo: il dicastero della promozione delle eccellenze italiane nel mondo

“Con turismo e agricoltura assieme -aveva commentato a inizio giugno il ministro Centinaio all’Ansa– questo diventa un dicastero gigantesco, un dicastero della gestione e della promozione delle eccellenze del nostro paese all’estero. Se si pensa all’Italia si pensa a tutte le eccellenze da visitare (da quelle naturali a quelle storiche e architettoniche) e all’enogastronomia. Di conseguenza questo ministero diventa anche un ministero di marketing importantissimo”.

Plauso da Federturismo, “sono profondamente soddisfatto -dichiara il presidente di Federturismo Confindustria Gianfranco Battisti– che la delega al turismo sia stata affidata a un ministro con una preziosa esperienza nel settore e profondo conoscitore di tutte le problematiche che lo caratterizzano. Il turismo per affermarsi necessita, innanzitutto, di coesione politica e sociale, di strategie pubbliche e private sinergiche. Siamo certi che il ministro Centinaio, ascoltando anche le nostre proposte, saprà svolgere un lavoro di ampia concertazione, condivisione ed integrazione che coinvolgerà tutti noi”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here