Il direttore di Saint Charles nominato consigliere commercio estero francese

Il decreto del primo ministro francese porta la data dello scorso 24 febbraio ma la nomina è stata ufficializzata soltanto due giorni dopo con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Cyril Gornes, 34 anni, direttore generale dei Servizi di Saint Charles International, il cento agroalimentare di Perpignan, la prima piattaforma europea per il commercio di prodotti ortofrutticoli, è un nuovo consigliere per il commercio con l’estero del governo francese.

Il ruolo. Entrerà a far parte della squadra dei 42 consiglieri della sezione Languedoc-Roussillon, presieduta da Madame Françoise Nicoulet ed è, a pieno titolo, uno dei più giovani di tutta la Francia.

L’incarico, che avrà durata triennale, è iniziato a decorrere dal primo gennaio di quest’anno e servirà a portare a compimento quattro missioni: innanzitutto la consulenza al governo, promuovere l’attrattività della Francia, sostenere le imprese e formazione a livello internazionale.

La rete. In questo senso, esiste una rete in Francia, composta da circa 4mila persone, tra cui 1.300 collocate in territorio francese, che sviluppa una vasta gamma di attività di volontariato tra cui l’organizzazione di seminari, la sponsorizzazione di piccole e medie imprese a livello internazionale, sostenendo lo sviluppo de progetto V.I.E (Volontariat International en Entreprise), tutoraggio la sensibilizzazione dei giovani interessati alle carriere internazionali.

Son tutte aree che sono familiari a Cyril Gornes, che è anche direttore di Saint-Charles Export, come tale, ha già organizzato numerose missioni all’estero oltre che eventi di incoming per le proprie aziende associate.

La piattaforma. Per avere una misura del flusso di merci, da e verso l’estero, che vengono movimentate dentro il Saint Charles basti pensare che il volume d’affari, legato principalmente ai flussi mediterranei, annuale è di circa 1,8 miliardi di euro per volumi di ortofrutta pari a 1,62 milioni di tonnellate. Saint-Charles International è al centro di una piattaforma intermodale MP² che comprende il terminal portuale di Port-Vendres (270mila tonnellate gestite), il Distriport di Boulou

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here