Al voto in Assemblea il piano di sviluppo Cia-Conad

Chiude il 2014 con un fatturato di 1,26 miliardi di euro di vendite che prevede, per il 2015, di incrementare del 15 portandolo a 1,45 miliardi di euro. Il piano di sviluppo di Cia, Commercianti indipendenti associati, che sarà presentato all’assemblea dei soci del prossimo 14 maggio è un piano di sviluppo importante.

La strategia. In uno scenario nazionale di crisi dei consumi che dura ormai da 8 anni, la cooperativa sta modificando completamente le proprie strategie commerciali. «Quello che abbiamo di fronte è un consumatore più “razionale” – dice l’ad Luca Panzavolta – che fa meno scorte e sceglie una convenienza quotidiana, non più esclusivamente in base alle promozioni. Questo significa un abbassamento del valore dello scontrino medio, ma anche maggiore capacità di identificare la convenienza di un’insegna. Per questo abbiamo abbassato i prezzi in modo continuativo da novembre 2013, anche attraverso operazioni commerciali».

Una strategia che ha fruttato, nel primo quadrimestre di quest’anno una crescita del 7% in termini di valori assoluti a fronte di una sostanziale stabilità resgistrata nel 2014 (-0,4%).

I dati. Nel 2014 la rete Conad ha battuto 60 milioni di scontrini per per una quota di mercato complessiva che nell’area storica della Romagna (Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini) è vicina al 30%, con punte oltre il 40% nel canale supermercati.

In tutto 236 i negozi associati per complessivi 165mila metri quadri di superficie di vendita suddivisi in tre ipermercati (Treviso, Rimini e Forlì), 33 superstore, 72 supermercati Conad e 128 negozi di vicinato City per un patrimonio di 583 milioni di euro. Un sistema che frutta mediamente 9mila euro a metro quadrato con punte di 9.400 in Romagna e Marche.

Il marchio Conad. È cresciuto ancora il valore dei prodotti a marchio Conad venduti alle casse, arrivando al 35,9%, una delle percentuali più alte in Italia nel settore della grande distribuzione. Il bilancio 2014 riconosce ai soci circa 27 milioni di euro sotto forma di premi, sconti, dividendi e ristorni. Commercianti Indipendenti Associati gestisce anche il sistema nazionale delle carte di pagamento Conad. Quelle attive nel territorio di CIA-Conad sono 125mila. Con esse i clienti hanno effettuato operazioni per più di 360 milioni di euro.

Nuovi store. Nel piano di espansione sono previste anche nuove aperture, nel corso del 2015 a Padova, Ponzano (Treviso), Fermignano (Pesaro-Urbino), Gatteo (Forlì-Cesena) e Russi (Ravenna) che si aggiungono alle recentissime di Conad City a Rovigo e Brisighella, Sapori&Dintorni del Foro Annonario di Cesena, l’impianto di carburanti di Porcia (il quarto dopo Cesena, Faenza e Azzano Decimo) e la riapertura di una base logistica in provincia di Venezia, a Scorzè.

Acquisizioni. Da novembre 2014 a marzo 2015 sono entrati a regime i 32 negozi ex Billa acquisiti a Treviso, Padova, Venezia, Belluno, Rovigo, Trieste e Udine. L’acquisizione dei Billa ha comportato un investimento complessivo di circa 30 milioni di euro e il mantenimento di 830 posti di lavoro. «Fondamentale per la riuscita di questa tornata di nuove aperture – precisa Panzavolta – è stato il contributo portato dai soci “tutor” che affiancheranno i nuovi negozi fino alla piena integrazione al modello Conad. È grazie a questo sforzo eccezionale che è stato possibile riaprire al pubblico in tempi brevissimi, rafforzando considerevolmente la nostra rete».

Responsabilità sociale In occasione dell’assemblea del 14 maggio CIA-Conad presenterà il proprio bilancio sociale. Nel 2014 sono stati elargiti tra rete e cooperativa circa 2 milioni di euro a sostegno di progetti di tutela della salute, di promozione sociale e sportiva. Da anni Commercianti Indipendenti Associati sostiene la ricerca scientifica dell’Irst-Irccs di Meldola. Grazie a questo contributo nel 2014 si è concluso un progetto di ricerca in memoria di Vitaliano Brasini, che ha portato a importanti risultati per la lotta al cancro del polmone e del rene.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here