Cultiva sarà il primo produttore di insalate bio in Italia

Crescono gli ettari e le referenze di prodotti biologici proposti da Cultiva, che al Sana ha effettuato un panel test su nuovi piatti pronti vegetali

La prima partecipazione in assoluto al Sana 2018 è stato un passaggio molto importante per Cultiva, l’azienda italiana specializzata nella coltivazione e produzione di insalate in busta di quarta gamma.

L’obiettivo è infatti espandere la lavorazione delle referenze sul biologico per portarle a livello numerico al pari di quelle da convenzionale, in parallelo con la crescita dei consumi, per rispondere al meglio alle richieste del mercato.

Da 70 a 140 ettari di coltivazioni biologiche per Cultiva

“Nel giro di 18 mesi -ha commentato Giancarlo Boscolo, presidente di Cultiva-, raddoppieremo la nostra produzione di biologico in serra”, un impegno che non sarà solo effettuato in Italia, ma anche oltre oceano, negli Stati Uniti in Florida, dove Cultiva porterà le insalate biologiche anche nel mercato americano.

Cultiva gestisce la produzione e imbustamento di referenze vegetali, oltre che per il marchio Valfrutta, anche per le marche del distributore per Coop, Carrefour, Aldi.

Un panel test in preparazione di 4 nuovi piatti unici pronti per il prossimo anno

Allo stand di Cultiva al Sana 2018, l’azienda ha invitato i visitatori della fiera a un panel test per stabilire le preferenze su nuove referenze di piatti unici vegetali, biologici, che saranno lanciati nel corso nel 2019.

Cultiva ha messo a disposizione circa 20 ingredienti in aggiunta alle insalate e nei quattro giorni del Sana, ha così raccolto le preferenze che saranno poi trasformate in piatti pronti vegetali.

Per ora non sono in programma referenze con latticini, carni o altro che non arrivi dal comparto vegetale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here