Il Messico in competizione con l’ortofrutta italiana in Europa, il punto a Macfrut 2019

Macfrut promuove il suo grande evento sull’ortofrutta in Messico che esporta soprattutto negli Usa ma ora si potrebbe rivolgere all’Europa

Il presidente di Macfrut, Renzo Piraccini

Le guerre sui dazi potrebbero portare in Europa nuovi competitor dell’ortofrutta italiana. Come il Messico, che è un grande produttore di ortofrutta – dalla frutta tropicale agli agrumi nel sud del paese, alla frutta temperata nel centro nord – e potrebbe dirottare i volumi oggi esportati negli Usa verso l’Europa.

Alla luce della attuale situazione di tensione con gli Stati Uniti che hanno infatti imposto dazi su molti prodotti messicani, a cui il Paese del Sudamerica ha risposto con altrettanti dazi su alcuni prodotti d’importazione statunitense tra cui la frutta, i vertici di Macfrut sottolineano come la partecipazione alla fiera rappresenti “una interessante opportunità per trovare nuovi sbocchi commerciali in Europa”.

Macfrut 2018 si presenta in Messico

Il tour di presentazione dell’edizione 2019 della manifestazione riminese dedicata all’ortofrutta, evento di primo piano nel panorama nazionale, ha fatto la prima tappa a Zacatecas in Messico con una missione organizzata da Iila (Istituto Italo Latino Americano). Per la delegazione italiana erano presenti Renzo Piraccini, presidente di Cesena Fiera, Enrico Turoni, presidente del Consorzio Cermac, Giovanni Pusceddu della Regione Emilia Romagna, Giovanni Fontana del’Universita’ di Padova e Josè Luis Ri Sausi, Segretario Socioeconomico di Iila.

La missione è stata effettuata in occasione della Fiera Agri Alimentaria, vetrina del settore agroalimentare di Zacatecas e di alcuni altri stati limitrofi. Il Messico è un grande produttore di ortofrutta.

La scorsa edizione ha partecipato a Macfrut una delegazione dello stato messicano di Zacatecas e visti i buoni risultati conseguiti si prospetta una presenza ancor più numerosa nella prossima edizione. Forte è l’interesse per gli operatori del settore di tecnologie sia per il campo che per il post- raccolta. La missione è stata l’occasione per visitare alcune aziende ortofrutticole, il mercato all’ingrosso e alcuni punti vendita della Gdo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here