Sipo a Macfrut con prodotti ad alto valore aggiunto e focus su benessere ed export

Massima attenzione alle informazioni nutrizionali e ricette create ad hoc per la nuova linea di pesti di Sipo

“Un sano stile di vita deve coniugarsi con una sana alimentazione e quindi una corretta informazione alimentare diventa fondamentale”, commenta così Massimiliano Ceccarini, general manager di Sipo, intervistato allo stand di Macfrut 2018 e che ci ha descritto le novità dell’azienda, conosciuta per i brand Sapori del mio Orto, Verdure di Romagna e Sapori Bio.

Sipo ha avviato una stretta collaborazione con medici, nutrizionisti e chef per la nuova linea di prodotti e sulle etichette è stato fatto uno studio per veicolare informazioni verso i consumatori che si ritrovano sulle due novità presentate al Macfrut: i Pesti Freschi e le insalate Super Veggies.

Due nuove famiglie di prodotti ad alto valore aggiunto per Sipo

Le due nuove linee di pesti freschi e insalate super veggies

La famiglia dei Pesti Freschi di verdure, studiati dalla chef Carla Casali, sono ideali per arricchire le bruschette, condire piatti o usati come base per pizze. Sei le referenze disponibili: cavolo nero, finocchio, scarola e carciofi, radicchi e funghi, sedano e zucca gialla.

Alle insalate pronte all’uso, nella linea Super Veggies, sono invece stati inseriti germogli di verdure, in grado di apportare oltre 40 volte le proprietà nutrizionali delle verdure mature.

La visita dei buyer esteri e l’importanza dell’export per Sipo

Il recente Macfrut è stato anche l’occasione per Sipo per portare i buyer esteri sul campo e nella sede dell’azienda per illustrare il processo di cernita, mondatura, lavaggio, asciugatura e il confezionamento dei prodotti pronti per essere spediti.

“Abbiamo fatto tanti incontri con diversi potenziali clienti esteri, il mercato internazionale infatti rappresenta un settore su cui puntare e negli ultimi anni ci abbiamo investito molto. Oggi per Sipo l’export rappresenta circa il 5% del fatturato ma abbiamo intenzione di crescere nei prossimi anni e arrivare almeno al 15%“, ha concluso così Ceccarini.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here