Al via la stagione fieristica di Bolzano

Conto alla rovescia per la partenza della stagione fieristica del polo di Bolzano. Gli eventi programmati in cartellone sono stati presentati oggi a Bologna tra i quali una novità ossia la prima edizione, il prossimo febbraio, della nuova fiera Agridirect (in programma a febbraio) specializzata nella produzione e nella vendita diretta di prodotti agricoli

Il programma. Sarà Agrialp, la tradizionale fiera agricola dell’arco alpino ad aprire le danze per le kermesse dedicate al settore ortofrutticolo. La ventiquattresima edizione della tradizionale fiera biennale di Bolzano, aprirà i battenti il prossimo 6 novembre per concludersi il 9 in una superficie espositiva di 28mila mq che, nella passata edizione, hanno ospitato 406 espositori e accolto circa 40mila visitatori.

“Da una buona terra: prodotti locali” è il motto dell’edizione di quest’anno e nasce per porre maggiore attenzione sulla terra e su quello che da questa terra esce di buono ed è il filo conduttore di tutto il programma formativo ed informativo di questa manifestazione del settore agricolo locale e interregionale.

«Il mondo dell’agricoltura – spiega Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano – ha la capacità da sempre di mettersi in rete, come già successo negli anni ’60 e ’70 grazie alla formazione delle cooperative. Oggi la fiera vuole essere a sua volta, strumento di connessione per tutto il settore, l’agricoltura è alla base dello sviluppo del nostro territorio e questa manifestazione rispecchia l’intero comparto dell’agricoltura di montagna».

Il comparto “mela”. La biennalità di Agrialp si incrocia con quella di Interpoma (in programma dal 24 al 26 novembre 2016), altro evento importante per il polo fieristico di Bolzano dedicato esclusivamente alla filiera melicola e che, l’anno prossimo, raggiungerà la sedicesima edizione.

Tra i fattori del successo di quest’evento il fatto che il territorio produttivo collegato al polo di Bolzano, con i suoi 18mila ettari di coltivazioni, rappresenta il 40% della produzione italiana, il 10% di quella europea e il 3% dell’intero raccolto di mele mondiale.

Tra le novità di questa nuova stagione di eventi, c’è il debutto di una nuova fiera, Agridirect, specializzata nella produzione e nella vendita diretta di prodotti agricoli interamente dedicata ai coltivatori che operano anche nel settore del turismo e della ristorazione in programma dal 27 al 29 febbraio.

La novità. «I produttori – ha chiarito Hannes Knollseisen, responsabile della commercializzazione diretta dell’Unione Agricoltori Sudtirolesi – sono costretti spesso a fare altri lavori per arrivare a fine mese anche reinventandosi nel settore del turismo o della ristorazione con l’apertura di agriturismi o centri di vendita diretta. Così facendo devono sviluppare nuove e molte competenze e conoscenze come, ad esempio, quelle relative ai regolamenti igienico-sanitari o al marketing o ancora al confezionamento. Finalmente adesso c’è una fiera che si occupa di queste esigenze proponendo anche dei tavoli con esperti che fanno consulenza sulle norme, ad esempio, o anche sulle innovazioni tecnologiche».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here