A Fruit Attraction le Oi europee dell’ortofrutta fanno squadra

Firmato ieri sera un protocollo di intenti fra 4 Oi ortofrutticole tra cui Ortofrutta Italia per portare avanti posizioni comuni a Bruxelles

L’unione fa la forza anche tra le Oi  (Organizzazioni Interprofessionali) ortofrutticole e offre l’opportunità di confrontarsi ed eventualmene condividere posizioni da sottoporre a Bruxelles. Questo il senso del protocollo d’intenti sottoscritto ieri sera a Madrid, nella seconda giornata di Fruit Attraction, la fiera spagnola di riferimento per il comparto, da Ortofrutta Italia, Hortiespaña, la francese Interfel e l’ungherese FruitVeb. le quattro  (Oi) ortofrutticole in rappresentanza di Italia, Francia e Spagna e Ungheria.

“Le Oi firmatarie – si legge in un comunicato di Ortofrutta Italia – condividono una comune cultura interprofessionale e sono soggette allo stesso regolamento europeo. Inoltre, scambiando pratiche ed esperienze, si potranno rafforzare le altre O.I. ortofrutticole emergenti di recente costruzione”.

 

Obiettivo, migliorare la qualità e il valore dei prodotti a livello europeo

Lavorare insieme, insomma, per sviluppare le nostre missioni preservando le nostre specificità nazionali e per condividere l’obiettivo comune di sviluppare il consumo di frutta e verdura fresca attraverso il potenziale miglioramento della qualità e del valore dei prodotti” ha  dichiarato Nazario Battelli, presidente di Ortofrutta Italia.

L’obiettivo è anche quello di creare alleanze su tematiche di interesse per il settore a livello di Unione europea non solo per quanto riguarda l’armonizzazione delle norme ma anche per quanto riguarda le future strategie in tema di ortofrutta.

 

Prossimo incontro a Fruit Logistica e forse a Macfrut

Gli impegni contenuti nella dichiarazione congiunta prevedono la necessità di incontrarsi con regolarità un paio di volte all’anno per scambiarsi informazioni  sui temi economici, della promozione e della comunicazione istituzionale, delle esportazioni e di come evolvono ricerca e innovazione nel settore ortofrutticolo.

“La prossima volta – spiega il presidente Battelli –  ci incontreremo a Berlino a Fruit Logistica a febbraio, ma stiamo lavorando per rivederci anche a Macfrut in Rimini, a maggio. Avremo così  in questi mesi la possibilità di approfondire  le questioni europee relative alle missioni e allo stato delle Oi ortofrutticole diverse per storia e capacità aggregativa”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here