Il Consorzio Casalasco del Pomodoro rileva il 65% della piemontese Sac

L'operazione servirà a rafforzare la rete distributiva a livello internazionale in particolare in Francia, Olanda e Belgio dove Sac già arriva

Un’altra sessione di shopping e zac, il Consorzio Casalasco del Pomodoro si è aggiudicato Sac di Carmagnola (To). La cooperativa specializzata nella produzione e trasformazione di pomodoro da industria ha acquisito infatti il 65% di un’azienda piemontese, che vanta uffici commerciali a Parigi  e distribuisce derivati del pomodoro, salse e condimenti, frutta sciroppata, riso e legumi. L’annuncio sulla conclusione dell’accordo di trasferimento delle azioni è stata annunciata da entrambi i partner dell’operazione.

 

Internazionalizzazionesempre più spinta

Dell’operazione beneficiano entrambe le società che operano da tempo sui mercati esteri. Il Consorzio Casalasco del Pomodoro sta potenziano la propria filiera distributiva internazionale attraverso la stipula di accordi, o la costituzione e l’acquisizione di società commerciali che operano con successo sui mercati esteri di maggior interesse. Fanno parte di questo progetto, ad esempio, la costituzione della Pomì Usa Inc. per il mercato statunitense avvenuta nel 2009, o le partnership distributive con diversi gruppi.

La coop associa 370 aziende agricole e ha generato un fatturato di 240 milioni di euro nel 2017 a fronte di oltre 560mila tonnellate di pomodoro fresco trasformato. Oggi è un player di riferimento nel settore delle conserve di pomodoro a livello internazionale sia attraverso marchi propri, come Pomì, Pomito, De Rica, sia per conto della grande industria di marca e delle private label.

“L’acquisizione di Sac – ha dichiarato Costantino Vaia, direttore generale del Consorzio Casalasco del Pomodoro – rientra in un piano strategico di sviluppo che prevede partnership e acquisizioni di realtà consolidate e già presenti sui mercati internazionali”.

 

Sac si concentra su Francia, Olanda e Belgio

Sac muove un giro d’affari di circa 40 milioni di euro operando da sempre sui mercati internazionali, in particolare quello francese, olandese e belga dove commercializza e distribuisce principalmente derivati del pomodoro, salse e condimenti, oltre a frutta sciroppata, riso e legumi sia a marchio Victoria sia come private label per i canali retail e food service. Nel segmento dei derivati del pomodoro base (polpe, passate, concentrati e pelati) è tra i primi 3 operatori sul mercato francese con una quota che oscilla tra il 35 ed il 40% del totale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here