I 10 anni di Fruit Attraction, record di visitatori ed espositori

L'edizione 2018 della fiera dedicata all'ortofrutta, che per la prima volta si è svolta dal martedì al giovedì, si è chiusa con numeri di tutto rispetto

Sono oltre 81mila,  il 19% in più rispetto all’anno precedente, i visitatori (provenienti da 122 paesi), di Fruit Attraction, la fiera madrilena dedicata all’ortofrutta organizzata da Ifema (fiera di Madrid) e Fepex (l’associazione di importatori ed esportatori spagnoli), che il 25 ottobre 2018 ha chiuso i battenti della decima edizione. La grande kermesse di settore tornerà dal 22 al 24 ottobre 2019.

La manifestazione si è confermata come punto d’incontro internazionale dell’intera filiera, capace di riunire la produzione e il canale di distribuzione del settore ortofrutticolo.

Hanno partecipato come espositori quest’anno 1.621 aziende provenienti da 40 paesi che hanno occupato 51.400 metri quadrati espositivi netti, un 15% in più rispetto all’ultima edizione.

 

Più 69% di visitatori nell’ultima giornata di fiera

Il cambiamento delle date dal martedì al giovedì, anziché dal mercoledì al venerdì come di consueto, è stata una scelta azzeccata come dimostra l’incremento pari al 69% dei visitatori l’ultima giornata della fiera. 

Sono aumentati i partecipanti internazionali, complessivamente  27.994 provenienti da 122 paesi, oltre il 40% in più rispetto alla passata edizione. Ancora una volta, i partecipanti più numerosi sono stati quelli europei , particolarmente massiccia la presenza di italiani, francesi, portoghesi, britannici, olandesi, tedeschi, polacchi e belgi. Occorre menzionare altresì i professionisti provenienti da Brasile, Cile, Marocco, Perù e Sudafrica.

Inoltre, coloro che hanno preso parte al programma Paese Importatore Invitato, co-organizzato con l’ICEX España Exportación e Inversiones, che quest’anno vedeva come importatori speciali diversi paesi, ovvero il  Canada e l’area della penisola arabica, hanno raggiunto un totale di 374 professionisti provenienti da Canada, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Giordania, Kuwait, Oman e Qatar. 

 

Il 36% di espositori sono esteri

In termini di espositori, la partecipazione internazionale ha rappresentato il 36% del totale, con 580 aziende provenienti da 40 paesi, tra cui spiccano Olanda, Italia, Portogallo, Polonia, Grecia e la forte crescita della Francia, oltre ai paesi extra UE come Cile, Brasile, Perù, Costarica, Colombia, Argentina e Sudafrica, per citarne solo alcuni, creando per la prima volta un blocco espositivo dell’emisfero australe.

Erano, inoltre, presenti per la prima volta al Salone l’Angola, gli Emirati Arabi Uniti, la Finlandia, l’India, l’Iran, il Mali, Malta, la Russia e la Serbia.

 

 

 

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here