I prezzi delle mele si stabilizzano e arrivano le prime clementine italiane

Cachi e clementine in calo, fichi d’India e peperoni in aumento, mele, pomodori, radicchio e uva da tavola tendenzialmente stabili. Così le quotazioni di frutta e verdure nella settimana che si è chiusa il 22 ottobre in base alle consuete rilevazioni di Bmti Borsa Merci Telematica Italiana (Bmti) e Italmercati presso i mercati all’ingrosso.

Qui di seguito una sintesi delle principali tipologie di frutta e ortaggi in commercio, nel pdf scaricabile (a breve lo troverete) trovate il dettaglio dei grafici e i rilevamenti sulle principali piazze italiane: Milano, Bologna, Padova e Roma.

 

Cachi prezzi in calo

Entrando nel dettaglio la domanda di cachi è aumentata, complice il calo delle temperature, così come la disponibilità di prodotto italiano di buona qualità e in alcuni casi anche on un maggior grado di maturazione. Stesso andamento anche per il caco mela dalla Spagna.

 

Clementine prezzi in calo

I prezzi delle clementine spagnole scendono di fronte a un’offerta maggiore ma sul mercato sono arrivate anche le prime produzioni italiane, con prezzi leggermente più alti rispetto alla media.

 

Fichi d’India prezzi in lieve aumento

Per i fichi d’India la tendenza all’aumento vien confermata anche in questa settimana, complice i danni legati alle piogge estive e si prevede per questo una campagna 2018 più corta.

 

Mele prezzi tendenzialmente stabili

Si stanno invece stabilizzando le quotazioni delle mele grazie al maggiore equilibrio fra la domanda e l’offerta. I prezzi continuano ad attestarsi su livelli di molto inferiori rispetto a quelli dello scorso anno quando c’era poco prodotto. Sui mercati è disponibile la Golden, sia dall’Emilia Romagna sia dall’Alto Adige.

 

Peperoni prezzi in aumento

Aumentano i prezzi dei peperoni in seguito ad un calo dell’offerta olandese. E’ in aumento anche la produzione di produzione spagnola e si prevede un aumento della produzione italiana per le prossime settimane. Oltre al peperone “classico” si osserva una maggior disponibilità di peperone Corno dolce e Friggitello.

 

Pomodori prezzi tendenzialmente stabili

Le quotazioni delle varie cultivar di pomodoro continuano a essere stabili. Si rileva però un calo di prezzo per il pomodoro Cuor di Bue, la cui produzione spagnola e italiana (centro-sud) è in aumento. In calo anche il valore dei pomodori a grappolo.

 

Radicchio prezzi tendenzialmente stabili

I prezzi del radicchio sono tendenzialmente stabili, ad eccezione di quello del variegato che scendono visto che è più presente nei mercati. La qualità del prodotto è buona.

 

Uva da tavola prezzi tendenzialmente stabili

Le quotazioni dell’uva da tavola rimangono stabili, ma si osserva un’inversione di tendenza per il prezzo dell’uva apirena, probabilmente per la scarsità di prodotto nei mercati, anche per le varietà Pizzutello e Italia Extra. Ancora non vi è traccia di prodotto spagnolo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here