Andamento prezzi ortofrutta in Italia al 7 maggio 2018

In questa prima settimana di maggio entrano nel vivo le campagne di albicocche e meloni, aumenta la produzione di fragole che fa fronte a una buona domanda, mentre salgono asparagi e cavolfiori

In questa prima settimana di maggio entrano nel vivo le campagne di albicocche e meloni con prezzi in calo, aumenta la produzione di fragole che fa fronte a una buona domanda, mentre salgono i prezzi di asparagi e cavolfiori.

Grazie all’accordo con Borsa Merci Telematica Italiana (Bmti) e Italmercati pubblichiamo la rilevazione del prezzi dell’ortofrutta presso i mercati all’ingrosso al 7 maggio 2018.

Qui di seguito una sintesi delle principali tipologie di frutta e ortaggi in commercio, nel pdf scaricabile trovate il dettaglio dei grafici e i rilevamenti sulle principali piazze italiane: Milano, Bologna, Padova e Roma.

Scarica i prezzi dell’ortofrutta in Italia in PDF cliccando qui

Albicocche. Prezzi in calo

La campagna delle albicocche comincia ad entrare nel vivo, anche se al momento il prodotto presente è prevalentemente di origine spagnola, in primis le varietà Colorado e Mogador. Per quanto riguarda il prodotto italiano si rilevano i primi arrivi per la varietà Ninfa, ancora non particolarmente apprezzata dal mercato. Si prevede un incremento della produzione nazionale nei prossimi giorni. La qualità del prodotto è media, complice una percentuale piuttosto elevata di frutti ancora non perfettamente maturi.

Asparagi. Prezzi in aumento

Dopo il crollo dei prezzi che si è verificato nella seconda metà della settimana passata si assiste ad un recupero delle quotazioni, portatesi su livelli medi per il periodo. E’ possibile che le quotazioni aumentino ulteriormente nei prossimi giorni. La qualità del prodotto è molto buona.

Meloni retati. Prezzi in calo

Si sta osservando un notevole incremento degli arrivi anche se, al contrario di quanto accaduto fino ad ora, una piccola frazione del prodotto è risultato avere un grado di maturazione non sufficiente. La produzione è prevalentemente siciliana.

Carote. Prezzi stabili

Per quanto la tendenza rialzista si sia notevolmente attenuata, le quotazioni continuano a mantenersi su livelli tra i più alti mai registrati, complice un livello di produzione relativamente basso rispetto la domanda. Questa situazione dovrebbe protrarsi per almeno altre due settimane.

Cavolfiori. Prezzi in aumento

La presenza di prodotto è molto bassa tanto che in diversi mercati non è stato ritenuto possibile individuare una quotazione. Il poco prodotto presente risulta essere di qualità medio bassa. Presente al momento il prodotto di origine inglese, anch’esso di qualità medio bassa.

Fragole. Prezzi in calo

Con il procedere della stagione si rileva un aumento della produzione mentre le quotazioni continuano a calare, nonostante l’elevato livello delle vendite. È iniziata la raccolta nelle regioni settentrionali ma il prodotto in queste aree non ha ancora raggiunto un livello ottimale di maturazione.

Mele. Prezzi stabili

Non si registrano variazioni nelle commercializzazioni, mentre si osserva un leggero incremento per la varietà Cripp’s Pink, ormai giunta al termine del periodo. I prezzi per le Golden risultano stabili su livelli molto alti. Non si sono ancora manifestati arrivi di prodotto sudamericano nonostante il livello elevato delle quotazioni.

Zucchine. Prezzi in leggero calo

La produzione continua ad aumentare in tutte le aree vocate e, nonostante un buon livello della domanda, le quotazioni mantengono un trend calante. Il livello qualitativo risulta elevato. Si osserva un leggero incremento delle quotazioni per le zucchine di piccole dimensioni, che in questo periodo dell’anno sono maggiormente richieste. Buon andamento per le vendite dei fiori di zucca, attestatesi su livelli di prezzo medi per il periodo.

Photo by Anna Kaminova on Unsplash

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here