Andamento prezzi ortofrutta in Italia al 5 giugno 2017

Grazie all’accordo con Borsa Merci Telematica Italiana (Bmti) pubblichiamo la rilevazione del prezzi dell’ortofrutta al 5 giugno 2017.

Qui di seguito una sintesi delle principali tipologie di frutta e ortaggi in commercio, nel pdf scaricabile trovate il dettaglio dei grafici e i rilevamenti sulle principali piazze italiane: Milano, Bologna, Padova e Roma.

Scarica i prezzi dei prodotti ortofrutticoli in PDF cliccando qui

Albicocche. Prezzi stabili

La produzione è in continuo aumento, con un notevole afflusso di prodotto nei mercati. Sono ormai quasi presenti le varietà estive; sta iniziando la commercializzazione per le albicocche del gruppo Orange. La domanda è elevata e la qualità del prodotto buona.

Angurie. Prezzi stabili

Si osserva un buon livello delle vendite sia per il prodotto nazionale che greco. Per il prodotto nazionale si segnala già una buona affluenza dalle regioni settentrionali. La qualità è piuttosto buona. Vi è una discreta presenza anche per il prodotto della tipologia Baby.

Ciliegie. Prezzi in calo

Leggera contrazione delle quotazioni, determinata dall’aumento della produzione. La qualità è medio alta, anche se risulta prevalente il prodotto di calibro medio piccolo.

Fragole. Prezzi stabili

Con lo spostamento della produzione verso gli areali montani si sta osservando un aumento della forbice dei prezzi tra il prodotto nuovo di montagna, soprattutto piemontese e trentino, ed il prodotto di pianura prevalentemente romagnolo, che sta risentendo negativamente del perdurare delle alte temperature.

Nettarine. Prezzi stabili

I prezzi sono sostanzialmente stabili. La produzione sta aumentando sia da un punto di vista quantitativo che qualitativo. Anche la dimensione dei frutti sta progressivamente incrementandosi e la domanda si sta mantenendo su livelli medio alti.

Peperoni. Prezzi stabili

Si registra un leggero incremento per il peperone olandese, soprattutto il rosso. Si mantengono comunque quotazioni medio basse per questo periodo. La qualità è buona.

Pesche. Prezzi in calo

La produzione si mantiene su livelli elevati. La domanda stenta ad aumentare e le quotazioni si mantengono inferiori a quelle medie del periodo. La qualità e la dimensione stanno aumentando.

Zucchine. Prezzi in calo

La domanda risulta poco elevata, a fronte di un generalizzato aumento della produzione. Le quotazioni permangono su livelli bassi. Anche se le temperature si mantengono molto elevate non si sono ancora riscontrati danni alla produzione.

Cliccando qui trovate lo storico dell’andamento dei prezzi di frutta e verdura in Italia nel 2017

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here