Colle D’oro studia una referenza “young” per I Deliziorti

Quello che Salvatore Calabrese, responsabile di Colle D’Oro – l’Op siciliana che da poco ha siglato un accordo commerciale con Valfrutta Fresco – è venuto a cercare in Almeria, culla delle produzioni di pomodoro in serra spagnole (dove è in corso un viaggio di formazione organizzato dalla sementiera Vilmorin), sono nuove varietà di ciliegino o peperone da proporre ai giovani. ma anche nuovi packaging; nuove idee per il mercato “young” che oggi più che mai si rivela come una risorsa.

I trend di consumo. “Le massaie sono costanti nelle loro scelte di acquisto – ci spiega Calabrese nel corso di una visita agli impianti dell’azienda Ferva (parte del Gruppo Unica) che si trova nel villaggio de La Mojonera a pochi chilometri da Almeria – e in questo modo si comporta anche la maggiorparte dei consumatori adulti. In questo senso consideriamo i giovani una preziosa risorse per il futuro del mercato e pensando a loro abbiamo iniziato a studiare delle nuove referenze a marchio I Deliziorti che saranno caratterizzate da prodotti freschi, saporiti, lavati e pronti all’uso”. image image

Il progetto. L’idea è quella di puntare sulle varietà colorate di pomodori ciliegini, e in questo è fonte di ispirazione, ad esempio, il tris proposto da Unica Group. Ma sono allo studio anche packaging accattivanti come quello da 200 grammi a forma di borsa con manico che Ferva ha studiato apposta per proporre ai giovani i suoi mini-peperoni dolci. “I gusti del consumatore – continua Calabrese – cambiano velocemente, per questo è necessario diversificare l’offerta soprattutto quella rivolta ai ragazzi che consideriamo un interessante risorsa per il mercato di domani. A tal fine prevediamo di incrementare nel breve periodo le superfici coltivate e portarle dagli attuali 15 ettari a 50 complessivi. L’espansione ci servirà anche per ammortizzare un piano di investimenti in atto sugli impianti di trasformazione nel quale speriamo di potere coinvolgere anche altre aziende”.

Gli step. Insomma l’Op di Ispica intende giocarsi bene le sue carte e cavalcare l’onda benefica sulla quale è salita anche grazie all’accordo commerciale con Valfrutta Fresco, siglato poche settimane fa, che – in relazione a questo progetto – avrebbe già iniziato a sondare dei canali esclusivamente dedicati ai giovani. Come le scuole, ad esempio, dove si sta studiando di introdurre dei distributori automatici per l’erogazione dei nuovi snack pronti da consumare. Ma anche attraverso degli accordi, ancora tutti da definire con alcune grandi insegne della grande distribuzione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here