Alla firma l’accordo tra Kiku e Verda Vivo

L’azienda serba Agrounija, parte di Mk Group e Verda Vivo che ha iniziato la sua attività l’anno scorso con 300 ettari di campi e progetti di coltivazione nelle migliori aree produttive della Serbia, ha aderito al Crimson Snow Club, uno dei brand di Kiku Variety Management.

La partneship. L’accordo prevede l’esclusiva di vendita su Serbia, Bosnia, Kosovo, Albania, Macedonia e Montenegro «ma con questo forte gruppo di partner – ha spiegato Miroslav Ivanovic, uno dei proprietari di Verda Vivo – miriamo anche per la Russia, Croazia e Slovenia».

«Le commodity – ha spiegato Gojko Zagorac, direttore dello sviluppo di Verde Vivo – sono un punto centrale per noi ma le mele a marchio, soprattutto nelle stagioni difficili come questa, dimostrano tutto il loro valore. Innanzitutto per via dell’esperienza del brand Kiku dimostrata negli ultimi decenni su scala globale e con un network globale capace di dare forza sia al gruppo che al brand. In secondo luogo perché la varierà garantita dal marchio Crimson Snow è ottima».

Gli step. Si partirà da subito con la coltivazione dei primi trenta ettari dei quali sette sono già stati piantati. Si tratta dell’ennesimo tassello del piano di espansione Kiku sul mercato europeo, che procede a passi spediti dopo il coinvolgimento di Rivoira, in Italia, che sta terminando di piantare questa varietà in ossequio al master-plan da 300 ettari e in vista del prossimo coinvolgimento di nuovi impianti produttivi francesi.

Kiku in Europa. «I consumatori – ha spiegato Jürgen Braun, amministratore delegato di KIKU – amano il colore rosso cremisi, il gusto, la resistenza del frutto. In Germania, 2 negozianti ha realizzato quasi tutta la nostra raccolta, poco più di mille tonnellate, in una “limited edition”. Stiamo iniziando adesso con il distributore italiano ma contemporaneamente cerchiamo di aprire altri mercati in Europa, Asia e nei Paesi arabi, dove abbiamo già inviato dei campioni per testare le esigenze dei consumatori. Agrounija e Verda Vivo sono un gruppo forte che opera in molti paesi e che rappresenta la scelta migliore per rappresentare il nostro marchio nell’Europa Orientale». «L’obiettivo – continua Braun – è quello di ottenere subito 10mila tonnellate di prodotto di modo da migliorare il rapporto con i clienti». Oltre che in Europa, Kiku ha molti appezzamenti negli Stati Uniti, Sud Africa, Cile e Nuova Zelanda, mentre in Australia il prodotto è conosciuto da anni».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here