Fruit Attraction “porta l’ortofrutta nel mondo”

Ð

 

Lo slogan di quest’anno “spingere l’ortofrutta in tutto il mondo” evidenzia il focus sui nuovi mercati per le produzioni iberiche ed europee, facendo leva sull’innovazione varietale e qualità. Saranno questi infatti i temi principali dell’ottava edizione di Fruit Attraction, che dal 5 al 7 ottobre farà incontrare alla fiera di Madrid milleduecento espositori provenienti da 40 Paesi e circa 55mila visitatori professionali in arrivo da un centinaio di diversi Stati, tra cui 700 tra importatori, distributori e operatori autorizzati a negoziare di 80 diverse nazioni.

Numeri record per la fiera spagnola dell’ortofrutta (+20% di espositori rispetto allo scorso anno), che la rendono sempre più internazionale e quindi ricca di opportunità per gli addetti ai lavori che vogliono essere protagonisti sui mercati mondiali. Tante novità da esibire

Tra le novità dell’edizione 2016 ci sarà “Innova Foro”, uno spazio creato ad hoc dove le aziende potranno organizzare conferenze, presentazioni e seminari tecnici sulle ultime innovazioni e soluzioni per il settore ortofrutticolo. Questo nuovo strumento si aggiunge a “Pasarela Innova”, il focus dedicato alle novità di prodotto, giunto alla quinta edizione. Grazie a questi strumenti le aziende partecipanti hanno la possibilità di far conoscere i loro progetti e prodotti ai professionisti e ai media.

L’expo occuperà i padiglioni 3, 4, 5, 6, 7 e 8 del quartiere fieristico della capitale spagnola, all’interno dei quali i visitatori troveranno le ultime novità provenienti dalle più importanti zone di produzione della Spagna (Andalusia, Murcia, Valencia e Navarra) e una folta rappresentanza internazionale. Dalla Francia all’Olanda, alle novità Egitto e Costa Rica, con l’Italia come sempre protagonista.

A Fruit Attraction la parte del leone la faranno sicuramente i prodotti, dai freschi ai refrigerati, dalla IV gamma ai congelati, dalla frutta secca ai trasformati. Grande attenzione sarà dedicata a pomodoro, uva e ai prodotti biologici, sempre più richiesti dai consumatori europei. Ma non mancheranno gli spazi per i servizi, le tecnologie per la raccolta e il post raccolta, il trasporto e la logistica, fino alla gestione del magazzino e lo stoccaggio, attrezzature per i punti di vendita, consulenza, finanza e assicurazioni.

 

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here