Cuba, i mercati all’ingrosso si aprono ai privati

Entra in vigore oggi, 2 maggio 2016, la nuova legge del governo cubano che apre le porte dei mercati all’ingrosso del Paese alle aziende private e alle cooperative finora escluse dal canale dei centri-agroalimentari dell’isola he fungevano anche da entry point per le merci provenienti dall’estero.

Gli hub. Grazie a questa nuova disposizione, da oggi i privati potranno fare investimenti diretti o affittare degli spazi nei tre hub statali individuati: all’Havana, a Trinidad e nella provincia di Santa Clara.

La riforma inaugura un giro d’affari inedito per circa 4mila imprese private che acquistano adesso un nuovo ruolo anche nei canali di import-export soprattutto da e verso gli Usa.

Cambia la storia del commercio ortofrutticolo di Cuba che, fino ad oggi, non ammetteva all’attività di import-export i soggetti privati che – per acquistare dall’estero al di fuori dei canali statali – hanno sempre dovuto ricorrere a flussi “informali” e del tutto occasionali come ad esempio i “bagagli” di privati viaggiatori.

Le prospettive. Con questo cambio di rotta, adesso le nuove misure consentono alle cooperative ed alcuni piccoli operatori cosiddetti “cuentapropistas” (ossia in affitto presso le strutture statali) di negoziare direttamente con gli importatori statali. In questo modo potranno crearsu nuovi e strategici entry-point per le merci provenienti da tutto il mondo.

«Le nuove misure – si legge in una nota dell’Ice, la sede dell’Istituto commercio estero di Città del Messico – sono state annunciate per rispondere alla crescente domanda di prodotti agro-alimentari che è anche la principale causa dell’aumento dei prezzi nel Paese. Attraverso questa nuova legge, prosegue il processo di graduale modernizzazione del modello economico cubano. L’esecutivo ipotizza l’apertura di tre mercati statali all’ingrosso nella regione della Capitale, a Trinidad e nella provincia di Santa Clara».

La norma arriva pochi giorni prima del settimo congresso del Partito Comunista di Cuba, che si riunisce per discutere lo stato di avanzamento delle riforme economiche avviate da Raul Castro ormai più di sei anni fa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here