Cultiva punta sul radicchio rosso e sul bio per crescere negli Usa

Il Gruppo veneto specializzato negli ortaggi di e IV gamma continua a investire negli Usa dove sta costruendo il più grande impianto serricolo di baby leaf

Vista aerea dell'impianto serricolo in Florida

In primo piano il radicchio rosso, sempre più apprezzato come superfood, e poi anche l’offerta bio nella vetrina del Pma (Produce marketing association fresh summit International) di Orlando, l’evento fieristico di riferimento del mercato dell’ortofrutta cui Cultiva Farm Usa ha partecipato per rinforzare e sviluppare rapporti con i partner della East Coast.

Lo ha spiegato Federico Boscolo, presidente di Cultiva Farm Usa, filiale a stelle e strisce del Gruppo Veneto di Taglio di Po (Ro): “La richiesta di prodotto bio è alta anche negli Stati Uniti. A Jennings, in Florida, abbiamo, infatti, inaugurato a maggio scorso le prime 800 serre dedicate alla produzione di baby leaf, realizzate in partnership con Taylor Farms.

 

Le più grandi serre di baby leaf degli Usa

Per venire incontro a questa richiesta in continua crescita sono state inoltre aggiunte di recente altre 80 nuove serre dedicate esclusivamente a prodotti biologici, con un focus particolare sulla produzione di baby leaf, e il progetto è di aggiungerne altrettante.

La produzione in serra di baby leaf su larga scala fa parte di un percorso iniziato nel 2016. L’anno scorso era stata annunciata la joint venture tra Cultiva e Taylor Farms che ha portato alla costruzione dell’impianto serricolo di baby leaf più grande degli Stati Uniti con l’obiettivo di creare una produzione significativa di questo tipo di insalate nella East Coast.

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here