Via libera all’export degli agrumi italiani in Cina

Sliced citrus fruits background closeup

Le spedizioni agroalimentari nel Paese del Sol levante hanno raggiunto i 53 milioni di euro nei primi due mesi del 2017


Gli agrumi italiani posso essere esportati in Cina. Lo annuncia, in una nota, il ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali: “Si è finalmente concluso il negoziato relativo all’apertura del mercato cinese agli agrumi italiani e che saranno avviate le prime spedizioni già a partire dalla prossima campagna commerciale”.

È stato inoltre firmato un Protocollo di intesa con il ministro dell’Agricoltura della Repubblica Popolare Cinese, Han Changfu. “La conclusione del negoziato rappresenta un passo in avanti importante per la nostra agrumicoltura che oggi può approcciare un mercato dal grande potenziale come quello cinese. Sono molto soddisfatto del lavoro diplomatico portato avanti in questi mesi” commenta il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina.

Export degli agrumi in Cina rafforza la collaborazione strategica tra i due Paesi

“Il protocollo firmato con le autorità cinesi – sottolinea Martina – rafforza la collaborazione strategica nel settore agricolo. La costruzione di una nuova ‘via della seta’ potrà favorire anche gli scambi agroalimentari”.

Nel 2016 l’export agroalimentare in Cina è stato di 391 milioni di euro; nei primi due mesi del 2017 ha raggiunto i 53 milioni di euro, in aumento del 12% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno”.

Gli obiettivi principali dell’accordo Italia-Cina sono: promuovere la cooperazione tra i due Paesi su scienza, tecnologia, economia e commercio nel settore agricolo e nello sviluppo rurale. E rafforzare i rapporti di cooperazione bilaterale in campo agricolo.

Il Protocollo sui requisiti fitosanitari per l’esportazione di agrumi freschi dall’Italia alla Cina in realtà era stato firmato nel 2016 ma non era ancora operativo perché mancava la formale modifica della legislazione fitosanitaria cinese. Un passaggio che si è compiuto proprio in questi ultimi giorni.


Pubblica un commento