Ortofrutta e biologico a Tuttofood 2017

tuttofood foto

Un’occasione da non perdere con Fruit&Veg Innovation in Fieramilano a Rho da lunedì 8 a giovedì 11 maggio prossimi


 

Molte le novità di Tuttofood 2017, in Fieramilano a Rho da lunedì 8 a giovedì 11 maggio prossimi. Novità che stanno già catalizzando l’attenzione degli operatori: con 12 padiglioni a occupare il quartiere, a 8 mesi dal taglio del nastro è già prenotato in media più del 60% delle superfici espositive, con punte oltre il 70% in numerosi settori. Almeno 75 mila i visitatori professionali attesi, dei quali 30 mila esteri da oltre 50 Paesi, e oltre 2.000 hosted buyer profilati. Impostasi in sole 5 edizioni biennali come la manifestazione leader del settore in Italia e fra le prime tre in Europa, la Milano World Food Exhibition porta così a un nuovo livello l’eredità ormai consolidata di Expo – che ha fatto di Milano un riferimento per la community mondiale della nutrizione – anche grazie a una strategia di accordi con autorevoli partner che presidiano le specializzazioni più promettenti.

Uno dei comparti più interessanti è l’ortofrutta, i cui consumi sono in buona ripresa. Grazie a un accordo strategico con Veronafiere, a Tuttofood2017 debutterà Fruit&Veg Innovation: nell’area, che per il suo elevato livello qualitativo ha ottenuto il patrocinio di Confagricoltura, il prodotto finito troverà nuove opportunità di sviluppo nel confronto con le evoluzioni più attuali di tutto il food & beverage, in un contesto internazionale di incontro tra domanda e offerta. L’ortofrutta verrà valorizzata anche nell’ottica dello “star bene” in sintonia con i nuovi stili di vita, anche grazie a un ricco programma convegnistico. “Il comune denominatore di queste novità – commenta Corrado Peraboni, amministratore delegato di Fiera Milano – è nostra la capacità, unica in Italia, di coniugare il supporto allo sviluppo del business con la condivisione di conoscenze ai massimi livelli. Un concetto vincente nel mondo fortemente esperienziale del food & beverage, dove gli operatori devono anticipare ad uno scenario molto internazionalizzato una evoluzione costante per consumatori sempre più cosmopoliti e consapevoli: per essere un vero business partner, l’offerta fieristica deve mettere a sistema le competenze specifiche, come oggi richiedono anche le istituzioni. Tuttofood è stata un pioniere di questo approccio, i mercati ce lo riconoscono e ci premiano con numeri in costante crescita”.

Punta a valorizzare inoltre le opportunità dell’e-commerce l’accordo con Netcomm. Il Consorzio del Commercio Elettronico promuoverà l’eCommerce Food Lab, un hub di mille mq in collaborazione con Digital Events che favorirà il networking tra operatori B2B e dove si svolgeranno workshop e conferenze. Innovazione tecnologica e social eating al servizio del business saranno i punti chiave del fitto calendario. L’area è la prima di una serie di iniziative sulla digital transformation nell’agroalimentare che Tuttofood realizzerà durante l’anno grazie alla partnership con Netcomm.
Con l’obiettivo di incrementare ulteriormente la presenza di grandi insegne internazionali, Tuttofood ha siglato una partnership con Daymon Worldwide, leader mondiale nella consulenza alla Gdo. Oltre al coinvolgimento di catene estere in un’agenda di incontri B2B con espositori e insegne italiane, una forte componente formativa – la International Retail Academy – prevede workshop arricchiti da casi studio reali e contributi all’Osservatorio di Tuttofood su temi quali store check, food category, nuove tendenze.
L’accordo sottoscritto con l’Alleanza Cooperative Italiane – Settore Agroalimentare, che riunisce le sigle Fedagri-Confcooperative, Legacoop Agroalimentare e Agci-Agrital, incrementerà invece la partecipazione di decisori d’acquisto qualificati dalle oltre 5mila coop aderenti, che abbracciano tutti i settori merceologici e includono primarie insegne della Gdo italiana.
Apre una nuova finestra sul “cibo che fa bene” la nuovissima area Tuttohealth che, con il patrocinio di FederBio, non solo darà visibilità alle aziende che si focalizzano sulle referenze dal target specifico, in parallelo a quelle presentate in altre aree all’interno di offerte tradizionali, ma ospiterà anche workshop e convegni di rilievo, grazie a un comitato tecnico che garantirà completezza e rigore scientifico.

In parallelo, il dialogo fra filiere agroalimentari e mondo accademico sui temi del cibo sano sarà il cuore di ‘Spazio Nutrizione’. Organizzato da Akesios Group in collaborazione con l’Università degli studi di Milano, Spazio Nutrizione declinerà in diverse aree tematiche un ricco programma di convegni sugli avanzamenti della scienza nutrizionale più interessanti nell’ottica di rispondere alle esigenze salutistiche dei consumatori, presentando anche dati inediti e case-history di aziende.“Per l’ortofrutta italiana – sottolineano a Fiera Milano – è un’occasione da non perdere”.

 


Pubblica un commento