Obiettivo Cina per l’uva spagnola

Ripe green and purple grapes in basket on wooden table on natural background

Nel 2016 la regione della Murcia ha già esportato frutta a nocciolo (100 tonnellate) e quest’anno potrebbe essere esportata uva da tavola


Dopo la frutta a nocciolo la Spagna sta programmando di  esportare in Cina anche uva da tavola. Un incontro tra l’esecutivo regionale e Apoexpa, l’Associazione dei produttori ed esportatori della regione della Murcia,  maggiore area produzione di uva da tavola in Spagna, ha confermato i nuovi obiettivi.

Dallo scorso agosto la Cina ha aperto il proprio mercato alle produzioni spagnole e la regione della Murcia la Murcia ha già esportato frutta a nocciolo (100 tonnellate): quest’anno potrebbe essere esportata uva da tavola. Quella della Murcia è l’area più importante per la produzione di uva da tavola, con il 95% della raccolta nazionale.

Nei primi sei mesi del 2016 le esportazioni ortofrutticole della Murcia sono arrivate – per l’Asia – a quota 5 milioni di euro circa 1 milione in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Per quanto riguarda i prodotti alimentari, il mercato cinese è quello più dinamico della zona (+30%).

La Spagna è stata autorizzata a vendere frutta a nocciolo in Cina, un mercato con quasi 150 milioni di consumatori che acquistano frutta di importazione. Il potenziale per sviluppare le esportazioni spagnole è dunque notevole.


Pubblica un commento